www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: venerdì 14 dicembre 2018 - 17:39 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Il Fedelissimo di Novara - Lucchese Libertas
• Leggilo qui in anteprima
Novara - Empoli: i precedenti
• uno sguardo ai match del passato
domenica 01 marzo 2015 - 09:00
di Massimo Barbero

A Bassano il Novara ha completato l’opera lasciata incompiuta a Pavia… Contro le 3 grandi rivali del campionato la media degli azzurri è stata estremamente regolare: 4 punti a 1 contro chiunque, sempre con qualche rimpianto per non aver fatto bottino pieno. Nei “tapponi di  montagna” gli azzurri sono stati decisamente i migliori del lotto. Ma ciò non basta per vincere un “Giro”. Per farlo bisogna recuperare bene dopo una grande fatica, non lasciare troppo terreno nelle cronometro, non farsi sorprendere negli spostamenti in pianura e soprattutto in quelli che nascondono qualche strappo improvviso. Dunque testa bassa e pedalare… la strada è ancora lunga ed irta di insidie. A cominciare da Como.

Dopo l’1-1 dell’andata al fischio finale in diretta radio avevo detto a Danny Faranna che mi guardava sconsolato: “Sai cosa ti dico però? Che noi siamo più forti di loro…”. Poteva sembrare l’ ennesima illusione dettata dal cuore perché le cifre dicevano altro: in 8 gare di campionato noi avevamo raccolto 10 punti, il Bassano 17. Avevamo rischiato di perdere una partita che avremo meritato di vincere. Ma soprattutto avevamo indotto la squadra di Asta a snaturare il proprio gioco per contenerci e limitare i danni. I giallorossi hanno due elementi come Iocolano e Nolè che potrebbero stare tranquillamente in categoria superiore. E per lunghi tratti del campionato hanno esibito un’eccellente organizzazione tattica ed un modo moderno di stare in campo. Ma nel complesso la nostra rosa è superiore. Abbiamo un organico che ha delle alternative di cui probabilmente nessuna avversaria può disporre. E che adesso possono diventare determinanti in un periodo di inevitabili squalifiche a raffica.

Il primo tempo del Novara è stato esemplare. Il gol di Gonzalez è stato preceduto da una serie di occasioni non concretizzate ad un passo dalla porta. La partita l’abbiamo fatta sempre noi rischiando davvero pochissimo. Abbiamo costretto costantemente sulla difensiva in casa propria una squadra che fa del gioco propositivo la sua arma migliore. I padroni di casa erano tesi e preoccupati e tanti errori in fase di disimpegno ne sono la conferma più credibile. Il Novara ha fatto la voce grossa sul campo di un Bassano che in casa aveva perso soltanto con il Pavia alla prima giornata di campionato.

Onestamente un po’ tutti abbiamo pensato che l’uscita di Nolè potesse essere il colpo di grazia per una formazione che, già priva di Maistrello, non aveva tante alternative in attacco. Ed invece dagli spogliatoi è uscito un altro Bassano, una compagine consapevole di non avere più nulla da perdere e pronta a regalare una reazione d’orgoglio al proprio pubblico. Per dieci minuti abbiamo sofferto. Tozzo ha fatto una parata strepitosa “salva-risultato”. Poi però ci siamo assestati. Non abbiamo dominato la scena come nel primo tempo, ma abbiamo limitato i danni senza farci schiacciare. E siamo andati vicinissimi al raddoppio con Faragò che ha fallito un’occasione imperdonabile. Dopo il 2-0 di Garufo sembrava davvero fatta. Ed invece ci siamo complicati ancora la vita prendendo un gol molto brutto a difesa praticamente schierata. Per fortuna non abbiamo perso la testa e nei 4 minuti di recupero la sofferenza è stata contenuta. 

Nel dopogara Asta ha elogiato i suoi per la prestazione, rimproverandoli però per essere diventati sin troppo belli e leziosi. E’ la stessa critica che rivolgevamo, a ragion veduta, al Novara nelle prime 10 giornate di campionato. Per fortuna con il passare delle settimane la squadra di Toscano ha acquisito sempre più una mentalità da Lega Pro. E forse il Bassano si è cullato nei meritati elogi e nella realtà di un ambiente che non dà tensioni o stimoli. Onestamente passeggiando per le strade adiacenti allo stadio “Mercante” verso le ore 15 non si aveva proprio la sensazione che da lì a poco si sarebbe giocato un match decisivo per la serie B. Chi ha avuto la fortuna di vivere i due palazzetti di Bassano (Armando Patrucchi in radio ripeteva sempre il “pistino” di Bassano…) per le sfide hockeistiche aveva trovato un ambiente ben diverso…

Voglio chiudere il capitolo Bassano rivolgendo un elogio particolare a Desiderio Garufo. Chi scrive non è mai stato un convinto estimatore dell’esterno ex Trapani da cui mi aspettavo un rendimento ben diverso in questa stagione. Però il ragazzo siciliano ha mostrato di essere innanzitutto un grande uomo per lo spirito con cui si è ripresentato in campo. Per il coraggio di tentare quel tiro in un momento delicato della gara. E soprattutto per quella corsa sincera ad esultare davanti ai tifosi azzurri appena ha visto la rete gonfiarsi. Teti e Toscano ci hanno regalato, innanzitutto, un Novara di ragazzi che fanno il loro lavoro con il cuore, che amano la maglia che indossano e rispettano la gente che fa tanti sacrifici per seguirli. E questa è la constatazione più bella dopo le troppe amarezze della passata stagione.

I cartellini gialli dell’arbitro Tardino (evitabile quello di Pesce, severo quello di Evacuo) ci obbligano ad un “turn over” comunque non del tutto negativo in una settimana dai tre impegni ravvicinati (e peraltro poi giocheremo a Bolzano di venerdì, soltanto cinque giorni dopo la gara casalinga con il Venezia). Mai come adesso non ci sono titolari e riserve. Ma un gruppo di oltre 20 giocatori che deve lottare compatto fino alla fine per un unico obiettivo.

Il Como è una squadra indecifrabile. E’ capace di qualsiasi impresa, ma ha lasciato per strada dei punti impensabili. A gennaio si è indubbiamente rinforzato anche se la classifica non rende finora giustizia alle operazioni perfezionate dal valido Dolci. Da un vocabolo dobbiamo ripartire… da quello che ripeto sempre dalla trasferta di Pavia in poi… Consapevolezza… Non sarà semplice, ma possiamo e dobbiamo ripetere le ultime prestazioni esterne anche al “Sinigaglia”. E soprattutto Gonzalez e compagni non saranno lasciati soli nemmeno in questo mercoledì sera di passione… tanti cuori azzurri batteranno all’unisono con loro in uno stadio che ci ha regalato in passato palpitazioni fortissime… Forza Novara sempre!!!

Ps: dedico la vittoria di Bassano ad un’appassionata tifosa azzurra di nome Loretta che nei giorni scorsi ha perso il padre. Spero che il “suo” Novara sia riuscita a strappargli almeno un sorriso anche in momenti certamente tristissimi.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Gonzalez "vi aspetto al Piola"
• fonte: novaracalcio.com
Gonzalez-Novara: è fatta!
• nel pomeriggio, l'annuncio ufficiale
Il Figliol Prodigo può tornare a casa!
• si lavora per un suo ritorno in azzurro...
Tegola Di Gregorio: 3 giornate di squalifica
• 2 turni di stop per mister Viali
Coppa Italia: Lazio-Novara
• Sabato 12 Gennaio ore 15:00
Siena-Novara in anticipo TV
• sabato 22/12 alle ore 20.45
Designazioni Arbitrali Girone A
• Panettella per Novara-Olbia
La Juventus compra il Novara?
• la smentita del club azzurro


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel