www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: sabato 17 novembre 2018 - 17:52 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Recupero Berretti 1^giornata
• Monza-Novara 1-3
Recupero Pontedera-Novara
• ecco la data
domenica 04 novembre 2018 - 10:21
di Massimo Barbero (foto by Novaracalcio.com)

Dopo mesi di attese e carte bollate, assistere ad un derby giocato sul campo rappresenta, comunque, una boccata d’aria pura. Meglio sfidarsi lì, dove il verdetto ha quasi sempre una sua logica. E peccato per chi non c’era ed ha lasciato la propria sciarpa mestamente relegata in un armadio.

Ha fatto un dispetto innanzitutto a sé stesso, alla propria passione. Non certo a Fabbricini, Balata, Lotito o, addirittura, a Mds o Secondo.In chiave azzurra è stato il miglior derby dell’era post Nicolas Viola. Stavolta abbiamo saputo reagire all’arrembante avvio dei bianchi dando la sensazione, ad inizio ripresa, di poterla persino vincere. Nel complesso il Novara ha più qualità, specialmente dalla tre-quarti in su.

Ma Varini e Grieco hanno costruito una squadra logica, ben fatta nella sua semplicità, con un’impronta caratteriale marcata ed esaltata dalle doti offensive dei numerosi esterni in grado di creare superiorità numerica da un momento all’altro.Al via infatti Dentello Azzi ha fatto subito girare la testa a Schiavi accentuando i timori della vigilia circa la capacità di reggere di un Novara con diversi uomini giocoforza “adattati”.

E’ bastato però dirottare Sciaudone da quelle parti perché del brasiliano, fatta eccezione per qualche spunto isolato, se ne perdessero le tracce. Non è stato sufficiente però per arginare l’impatto di una Pro che nella mezzora iniziale sembrava più pronta, più preparata, più convinta.Il gol era nell’aria, ma è maturato nella maniera più assurda. Per un intervento maldestro in piena area dell’uomo di maggiore esperienza della nostra difesa (Sbraga ovviamente) che per qualche minuto ha poi risentito dello svarione barcollando paurosamente. E con lui un Novara fragilissimo in quel frangente.Il nostro pareggio invece non era nell’aria, malgrado avessimo già dato un saggio delle nostre potenzialità offensive nelle rarissime volte in cui eravamo riusciti ad affacciarci dalle parti dell’area di rigore avversaria. Per fortuna Crescenzi ci ha ricambiato il favore ridandoci l’adrenalina di un “vero” penalty che ci mancava addirittura dalla Pasquetta del 2017 a Frosinone, tre allenatori fa.

Per fortuna l’1-1 ha cambiato l’inerzia psicologica del match, restituendo coraggio e personalità ai nostri e smontando la carica agonistica sin lì sfoggiata dai padroni di casa.Viali ha fatto il resto correggendo posizioni e distanze in un centrocampo che non poteva permettersi il lusso di un puro trequartista. Peralta, che sin lì si era visto solo sui calci piazzati, è diventato determinante una volta spostato da interno destro avanzato.

Da lì ha liberato al tiro dapprima Cacia eppoi Sciaudone. Da lì ha sfoggiato il suo numero preferito (finta e sinistro a girare) costringendo Nobile all’unica vera parata dell’intero incontro (Di Gregorio non ne ha dovute fare).Quando sembrava che il vantaggio azzurro dovesse arrivare da un momento all’altro, Grieco ha rianimato i suoi con la mossa tanto temuta: l’ingresso del più pericoloso dei due Gatto ha rivitalizzato la Pro che è tornata a rendersi pericolosa quasi esclusivamente grazie agli spunti dell’esterno che l’anno scorso con Salernitana ed Entella ci aveva fatto girare la testa al “Piola”.

Viali non aveva uomini in panchina per proteggere (o avvicendare) Nico Schiavi su quel versante e si è dovuto affidare al cuore ed al temperamento del nostro capitano che ha provato ad anticipare sul nascere le giocate del diretto avversario. Gli inserimenti dell’interessante Gerbi e del solito Comi non hanno aggiunto pericolosità all’attacco dei ragazzi di Secondo liberando invece la nostra mediana dalla minacciosa presenza di Da Silva.Nel quarto d’ora finale il Novara ha sofferto pochissimo, riaffacciandosi qualche volta in area avversaria grazie alle qualità di un interessante Mallamo, agli inserimenti mai banali di Sciaudone, al lavoro di sponda dell’ex Eusepi, esaltato dalla freschezza di Cattaneo e di uno Stoppa subito in partita.

Nel complesso il pari ci sta anche se, come in ogni partita da pareggio che si rispetti… entrambe le squadre hanno avuto le occasioni per farla girare a proprio favore. La Pro soprattutto nella mezzora iniziale, il Novara in particolare nel primo quarto d’ora della ripresa, letteralmente dominato.Dopo 4 trasferte dall’esito diversissimo tra loro (2 vittorie, 1 pareggio ed un poker di reti incassate) possiamo dire che finora il Novara versione esterna non ha mai completamente deluso, creando una messe di occasioni pericolose che nelle 2 gare giocate al “Piola” abbiamo soltanto sognato, tra uno sbadiglio e l’altro.

Sciaudone sembra un po’ l’emblema di questo Novara dai due volti.

Anche ieri secondo me, come a Piacenza, è stato uno dei migliori, peraltro impiegato in un ruolo non suo, per cause di forza maggiore. Al “Piola” talvolta ho l’impressione che bruci troppe energie nervose nel tentativo di andare al di là dei propri limiti finendo spesso molto presto “fuori giri” dopo aver cominciato in maniera promettente.

Speriamo di vedere qualcosa di diverso, di molto diverso, sin dal recupero di mercoledì sera con l’Albissola. In una serata per “veri cuori azzurri”… mentre i meno “veri cuori azzurri” saranno distratti da un piatto televisivo di Champions League particolarmente ricco.

Credo che la società abbia fatto bene a confermare l’orario fissato nell’originaria data del 23 settembre per rispetto degli abbonati che non avrebbero potuto permettersi una fuga dal lavoro pomeridiana.
La Caf ha già negato… grandi dubbi di formazione a Viali che recupererà il solo Cinaglia e avrà ancora scelte quasi obbligate dietro.

A centrocampo ed attacco le alternative non mancano. Anche considerando che le ultime due trasferte ci hanno confermato che dalla Primavera di Gattuso salgono quasi sempre elementi già pronti dal punto di vista tattico e della personalità (vedi oggi Bove e Stoppa come 4 anni fa Schiavi e Dickmann) per il palcoscenico della Lega Pro.

Senza addentrarmi nelle scelte del mister, credo che in una delle prossime due gare casalinghe ravvicinate là davanti una chance la meriti anche Sansone che è l’unico dei 7 uomini d’attacco (trequartisti compresi) a non aver mai giocato dal primo minuto. Prima di rinunciare a cuor leggero alle qualità di un elemento che avrebbe le potenzialità per far la differenza anche in B, credo che ci si debba sbattere la testa vedendolo in campo almeno in un paio di partite piene…

Champions League? No Grazie... Il mio Manchester United oggi si chiama Albissola e la mia Champions mercoledì sera si gioca soltanto al “Piola”… Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Viali: "Cuneo? Ricordi positivi per me, ma sono concentrato sul Novara"
• Fonte: tuttoc.com
Insieme per la maglia!
• Incontro tra il Presidente De Salvo e una delegazione di tifosi azzurri...
L'intervista a Gianfranco Campioli
• di Massimo Barbero
L'intervista a Marco Guerra
• 4 chiacchiere con il difensore centrale ex Novara e Cuneo...
Recupero Berretti 1^giornata
• Monza-Novara 1-3
Recupero Pontedera-Novara
• ecco la data
Chiosa "che i minuti di recupero di Novara-Arezzo siano un punto di partenza"
• conferenza stampa del capitano azzurro in vista di domenica...
Prevendita biglietti Cuneo-Novara
• tutte le info


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel