www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 31 maggio 2020 - 08:13 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Un vecchissimo ricordo: la Coppa Meneghetti-Marucco del 1944
• di Gianfranco Capra
Le decisioni del Cons.Diret. Lega Pro
• su playoff, playout, prime 3 in B, ultime 3 in D
domenica 10 maggio 2020 - 16:00
di Massimo Barbero

Forse oggi sarebbe stato meglio rimanere in silenzio, lasciare che fosse il ricordo del 10 maggio più bello di sempre a riempire questa incerta domenica di primavera avanzata.

Cinque anni fa una sera d’estate una cara amica mi disse: “Ti devi sposare, io ci tengo, voglio vederti felice”. Ed io gli risposi prontamente: “Guarda che ci siamo incrociati in centro al ritorno da Lumezzane. Ecco difficilmente mi vedrai più felice di quanto non lo fossi quella sera…”.

Mi spiace che il destino abbia tolto a Toscano, Napoli, Corazza, Garufo e Bianchi… la possibilità di ripetere (almeno per ora) un’altra festa promozione nella cornice ancora più ampia di una Reggio Calabria in delirio.
Conosco persone simpaticissime che tifano Reggina, qualcuno lavora qui al Nord e anche per loro ho sempre gioito per i successi amaranto nel campionato ormai troncato. Quello che hanno realizzato i nostri ex in questa stagione (probabilmente nel girone più difficile) conferma che quel gruppo, quel Novara avevano valori radicati ed una mentalità vincente quasi unica.

Dal punto di vista tecnico non ci sono paragoni. Il Novara di Tesser era decisamente più attrezzato di quello di Toscano e, specialmente in B, esprimeva un gioco di ben altro livello. Ma il tecnico calabrese ha saputo trasformare in corsa una buona squadra di C con una manciata di giocatori “fuori categoria” in una vera e propria macchina da vittorie.

Fateci caso: da gennaio in poi non abbiamo lasciato per strada un solo punto al “Piola”. Senza dominare o travolgere gli avversari, ma semplicemente colpendoli al momento opportuno per poi resistere con le unghie e con i denti in finali di partita quasi mai tranquilli. E fuori casa nel ritorno abbiamo perso una sola volta, in circostanze molto particolari a Como (vento forte, ansia da deferimento ed un gol al passivo in fuorigioco clamoroso).

Torniamo al presente.

Leggere un’intervista sul sito ufficiale a Maurizio Rullo è una gioia che scalda il cuore. Se il nostro patron ha saputo sconfiggere (dopo una lunga battaglia) un nemico infido e temibile come il Bastardo… nulla gli potrà più fare paura negli anni a venire. La sua salute e la serenità ritrovata della sua famiglia valgono più di qualsiasi campionato vinto.

Visto che l’emergenza ha giustamente cancellato da tempo campanili e colori rivolgo un grosso in bocca al lupo all’alessandrino Cosenza (per lui anche un’apparizione in maglia azzurra una vita fa) appena risultato positivo al tampone. E soprattutto mando un grande abbraccio agli amici Ste Glad e Paci che sono stati colpiti duramente negli affetti più cari negli ultimi giorni.

Stavolta più che mai condivido appieno la linea di pensiero di Borgodio: la questione dei criteri di scelta per la quarta promossa non mi ha mai appassionato. Non mi sono scaldato nemmeno quando qualche autorevole giornalista parlava o scriveva di una B a 40 squadre (dunque con dentro il Novara sesto classificato).

Sapete quanto abbia a cuore i colori azzurri… ma se dovessi scegliere tra un campionato di B giocato tra tamponi, mascherine, termoscanner, porte chiuse e paure assortite ed uno di D (più sotto no, per carità) vissuto allo stadio con gli amici di sempre (più incazzati o scazzati che mai, ma comunque sani) non avrei dubbi nel preferire la seconda ipotesi… Se volete uno slogan… Meglio l’Eccellenza che una tale emergenza…

Purtroppo questo l’uomo non lo può decidere (almeno per ora) ma sperare in qualcosa di meglio è doveroso. Piuttosto sposo la civile battaglia dell’amico Vannucci. Se dal 18 maggio si potrà tornare in chiesa e forse a giugno nei cinema all’aperto… non è fuori luogo chiedere che a fine estate, se le circostanze lo permetteranno, si pensi a riaprire anche gli stadi ovviamente a capienza ridotta.

Il “Piola” rimane omologato per 17 mila e rotti spettatori… basterebbe un quinto di poltroncine disponibili per far contenti quasi tutti.Ma di questo ne potremo parlare, eventualmente, solo più avanti.

Sulla questione Carpi dico solo una cosa. Che la Lega Pro non può scimmiottare quel che faceva impunemente la Lega di Balata un paio di estati fa (in circostanze assai meno drammatiche) chiudendo o aprendo porte a piacimento. E’ comoda evitare scontenti chiedendo promozioni e bloccando retrocessioni, ma ci dev’essere un criterio unico tra tutte le categorie ed a stabilirlo non può che essere la Figc.

Calcio sì o calcio no? Credo che non sia difficile capire che il campionato di A non riprenderà. O almeno non nei prossimi due mesi (personalmente nutro ancora seri dubbi anche sulla ripartenza della Bundesliga).

Di certo il dibattito che accompagna le sorti calcistiche del nostro paese, tra un’apertura ed una chiusura di Spadafora a seconda di come tiri il vento del gradimento social, non è molto dissimile dall’ondivago non decisionismo che contraddistingue scelte ben più importanti in tema di salute ed economia. Provate a sfogliare un giornale dei primi di aprile e vi sembrerà ancor oggi attuale perché quello che si pensava di fare allora è rimasto tuttoggi nel limbo delle intenzioni più o meno convinte. App Immuni, test seriologici, mascherine obbligatorie o no e comunque a 50 centesimi per tutti… Covid Hospital… idee più o meno valide… ma rimaste appunto delle idee ad oltre 2 mesi dal primo segnale di lockdown.... La questione calcio si trascina da tempo immemorabile… senza che il Governo dica un NO chiaro… o un Si convinto alla speranza di ripartire… Forse mi sono spinto troppo oltre ed allora…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Sett.Giovanile: pronta l'era Marco Rigoni
• verso la nomina ufficiale
"Giusto avere promozioni e retrocessioni"
• fonte: tuttoc
Carlo Magretti lascia il Novara Calcio
• Per undici anni, Responsabile della Comunicazione azzurra
Direttivo Lega Pro: idea playoff volontari con retrocessioni
• fonte: tuttoc
Un vecchissimo ricordo: la Coppa Meneghetti-Marucco del 1944
• di Gianfranco Capra
Le decisioni del Cons.Diret. Lega Pro
• su playoff, playout, prime 3 in B, ultime 3 in D
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Novara: Mauro Borghetti ai saluti
• si divideranno, dopo 9 anni, le strade tra il dirigente e la maglia azzurra


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel