www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: martedì 18 settembre 2018 - 20:45 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Figurine azzurre: Moreno Farsoni
Articoli correlati
Allenamenti Novara Calcio
• Martedì la ripresa
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
martedì 02 gennaio 2018 - 10:52
di Massimo Barbero

Negli anni ottanta anche gli allenatori che praticavano una rigorosa marcatura a uomo schieravano un terzino fluidificante, di spinta, quasi sempre mancino. Un ruolo che aveva il suo interprete più moderno e celebrato in Cabrini, lanciato da Trapattoni e Bearzot nel 1977-78.Dopo il primo campionato con Fedele in panchina (chiuso al terzo posto ma con un vistoso calo nel girone di ritorno) il ds Bacchin va a cercare un terzino fluidificante “di categoria” possibilmente dotato di maggiore qualità rispetto al pur generoso Marchesan.La scelta cade su Moreno Farsoni, reduce da un buon campionato nelle file del Gubbio.

Mantovano di Gonzaga, ha vissuto una parte significativa della propria carriera nelle file del Parma con cui ha giocato una trentina di partite in serie B prima di essere “bocciato” dall’emergente Arrigo Sacchi. A 26 anni sembra nel pieno della maturazione calcistica. I suoi trascorsi nell’Ospitaletto fanno pensare che la “dritta” possa essere arrivata da Gozio, già vicino da un paio di stagioni ai dirigenti del Novara.Sin dal ritiro di Selvino Farsoni impressiona per forza fisica e doti di spinta. Il problema è che con Fedele in panchina le corsie esterne vengono utilizzate poco e male ed i terzini debbono soprattutto pensare a coprire. Il primo Farsoni sembra così un soldatino attento e diligente più che un vero e proprio cursore della fascia sinistra.Tanto che quando Fedele viene esonerato già alla seconda giornata (dopo lo scivolone interno con il Ponsacco) qualcuno maligna che tra i senatori in rivola per far fuori il tecnico friulano ci sia stato proprio l’ex del Gubbio. Un’ipotesi ovviamente smentita nelle interviste dal diretto interessato che si dice invece sinceramente dispiaciuto per l’esonero del mister che l’aveva voluto a Novara. Ed, ad onor del vero, una ricostruzione messa in dubbio anche dalla prestazione dello stesso Farsoni nella famigerata gara con il Ponsacco quando, per le pagelle dei giornali locali, è uno dei migliori azzurri, capace anche di sfiorare il vantaggio con un paio di sortite personali.Con Domenghini in panchina Farsoni ha maggiore libertà di spinta, ma soffre anche di più di fronte alle discese degli avversari.

Tanto che “il Messicano” lo avvicenda a Poggibonsi (entra Costa) con il Novara in grande sofferenza. Eppoi lo sposta in mezzo al campo, nel ruolo di mediano, sin dalla partita casalinga con il Pontedera. Una mossa che dà i suoi frutti perché proprio Moreno sblocca il risultato in avvio di ripresa insaccando di sinistro al volo sotto la Nord su punizione di Marchetti prolungata dal colpo di testa di Rossini. Non basta per vincere perché Caponi e c ci rimontano con un autogol che avrà un peso specifico determinante nella nostra stagione disgraziata. La domenica dopo a Pavia Domenghini piazza Farsoni addosso al pericoloso Bruzzano che in effetti non segna; i gol però li fanno Guerra, Massara e Civeriati per un secco 3-0 al passivo.Il Novara ha un’estrema impennata d’orgoglio nel derby di Vercelli pareggiato 0-0 fuori casa dopo una prestazione confortante. Farsoni è tra i migliori e sfodera le qualità che hanno convinto la dirigenza ad operare il suo acquisto in estate.  Sfiora addirittura il colpaccio con una bella conclusione dal limite e nel finale sfugge a Finozzi che per fermarlo deve ricorrere al fallo da espulsione.E’ l’ultimo vero lampo di una squadra grigia, che segna con il contagocce e di conseguenza vince davvero di rado.

Farsoni gioca praticamente sempre, senza infamia e senza lode, in una formazione spuntata, convinta di salvarsi con una lunga serie di pareggi. L’esonero di Domenghini non basta a risvegliare una squadra ormai intorpidita che, anzi, soffre il peso delle maggiori responsabilità nelle ultime gare quando onestamente paga anche un pizzico di sfortuna. Ci si mette anche il Pontedera che vince partite in serie agguantando uno spareggio che ci vede, sin dalla vigilia, chiaramente sfavoriti. Nell’ultimo match di campionato contro il Cecina Farsoni firma il rassicurante 2-0 in avvio di ripresa trasformando un calcio di punizione con una violenta botta, ma il successo non basterà ad allontanare i fantasmi. Perché a Modena ad esultare sono i granata con Farsoni sostituito dopo un’ora (sul punteggio di 2-0 per i toscani) per tentare la carta della disperazione Orofino.Il ripescaggio estivo però offre una grande possibilità di riscatto a gran parte di quei giocatori ingaggiati l’estate prima con la convinzione di aver allestito una corazzata per la scalata in C1. Con Nicolini in panchina si riparte da un moderno 4-4-2 con Farsoni nei panni di laterale sinistro di difesa.

L’inizio di campionato è esaltante con il Novara in testa sino allo scontro diretto con il Viareggio di metà novembre che richiama quasi 5000 persone allo stadio come non accadeva dai tempi di Balacich e Dolcetti. I bianconeri però si impongono per 2-0 con Farsoni espulso nel finale nel tentativo di fermare Eritreo lanciato a rete.Il sogno si sgonfia, ma il cammino azzurro rimane dignitoso, lontanissimo dalle sofferenze della stagione precedente. Quando il Novara gioca a Tortona là nevica sempre. Accade anche il 25 novembre 1990 e stavolta il match non comincia nemmeno. Il recupero va in segna di mercoledì pomeriggio ed il “Coppi” stavolta è una lastra di ghiaccio. Farsoni sblocca il risultato dopo un quarto d’ora con una punizione a girare. Sembra fatta, ma verso la fine un mani in area vale il penalty del definitivo pareggio (1-1) per i leoncelli.Anche quest’anno Farsoni gioca praticamente sempre, saltando per squalifica solo la gara interna con il Ponsacco immediatamente successiva al cartellino rosso con il Viareggio.

Il 5 maggio in Viale Kennedy l’ex Parma sblocca il risultato contro l’Olbia del portiere Berti (si, proprio Gianluca) che non prendeva mai gol sorprendendo l’estremo difensore destinato al Genoa con un pallonetto su punizione toccata da Uzzardi. E’ una rete che non riesco a vedere dal vivo perché di rientro dalla Prima Comunione di mia cugina. Me la racconta in diretta radio Gianni Milanesi mentre sono all’altezza del cavalcavia dove ora sorge il Centro Commerciale, ovviamente impaziente di arrivare allo stadio. Da allora, era il 1991, credo di non aver saltato più di altre 2 partite casalinghe di campionato del Novara, influenze comprese.L’anno successivo si riparte con la stessa ossatura e maggiori ambizioni in ragione degli innesti di Folli, Marcellino etc. La squadra di Nicolini adesso ha più qualità, ma risulta meno efficace in fase di interdizione. E così la difesa sbanda ripetutamente, specialmente fuori casa dove (dopo l’illusorio 3-1 di Leffe all’esordio) incassa una serie di sconfitte che ricordano l’inizio dell’era Boscaglia.Farsoni è il capitano di un Novara spesso contestato perché assai distante dalle aspettative iniziali. Dopo la quarta sconfitta esterna fuori casa Nicolini prova una sorta di difesa a cinque con Farsoni inizialmente escluso per lasciare spazio ad un altro centrale (Castiglioni) ma anche questo è un tentativo effimero, inadatto a guarire i mali di una squadra mai davvero in corsa per la C1.Anzi, a tirar la corda, si finisce addirittura a dover mendicare un punto salvezza nell’ultima gara a Crema per scongiurare qualsiasi ipotesi di spareggio. Al “Voltini” lo 0-0, tra due squadre con poca voglia di fare battaglia, sembra scritto.

Ed invece Farsoni di testa sblocca il risultato sotto la curva gialloblu nel finale di primo tempo.Nella ripresa i padroni di casa si gettano all’assalto sospinti da un pubblico attratto dal prezzo popolare (mille lire per ogni ordine di posto) ma il punteggio non cambia per la rabbia di Veneri in panchina.L’indomani matura l’ennesima rivoluzione con il ritorno di Tarantola e l’avvento in panchina di Del Neri che propongono una rosa quasi interamente rinnovata. Farsoni lascia con il regalo d’addio del gol salvezza dopo aver collezionato in maglia azzurra 103 presenze condite da 5 centri. La sua carriera è già in parabola discendente, ma per qualche trova ancora gli stimoli per andarsi a cercare un po’ di fortuna lungo la penisola. Curiosamente nel triennio novarese qualche volta il suo cognome nei tabellini, specialmente in quelli delle cronache nazionali, veniva storpiato in Faraoni anticipando l’arrivo in azzurro dell’esterno ora al Crotone, nato proprio in quegli anni.Ora Farsoni lavora ed allena per hobby a discreti livelli (Cervia ad esempio) non lontano dalla sua Forlimpopoli dove quand’era un calciatore in erba ha conosciuto la donna che sarebbe diventata sua moglie.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Salvini: "Serie B e C nel caos, giustizia sportiva non funziona"
• Fonte: tuttoc.com
Rinviata Novara-Albissola
• il comunicato della Lega C
CdG Coni: fissate le udienze
• venerdì 21 e lunedì 24 settembre
Frattini "Decisione già in settimana"
• caos ripescaggi
Allenamenti Novara Calcio
• Martedì la ripresa
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Pontedera-Novara rinviata a data da destinarsi
• Il comunicato del Novara Calcio
Gravina: "Rinviate 5 gare. E forse altre fino al 9 ottobre"
• Fonte: tuttoc


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel