www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 18 febbraio 2018 - 09:12 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Figurine azzurre: Stefano Santini
Articoli correlati
Novara-Spezia 1-1
• il tabellino del match
Le Probabili Formazioni di Novara-Spezia
• questi i ventidue scelti da Di Carlo e Gallo?
martedì 06 febbraio 2018 - 19:58
di Massimo Barbero

Da possibile erede di Beppe Folli a “Mr Folletto”! 

E’ questa, in soldoni, la strana storia di Stefano Santini da Viareggio. Lo so, detta così, è difficile da comprendere ed allora andiamo con ordine nel nostro racconto.

A fine gennaio 2001 nel Novara Calcio regna più casino del solito. Gira insistentemente voce di una cordata di imprenditori pronti a sborsare miliardi per un progetto destinato a portare la società azzurra in serie B nel giro di pochi anni. La squadra invece è penultima in C2 e rischia seriamente la retrocessione diretta.Il muro del neonato sito “Forzanovara” è in fermento. Achilli smentisce, anche seccamente, la voce di possibili compratori, ma con il passare dei giorni la cordata “bolognese” prende consistenza con l’appoggio di qualche illustre personaggio già da mesi in società.Il 31 gennaio al calciomercato Achilli ci va con il “mitico Villa” ex terzino del Bologna che, secondo i beneinformati, dovrebbe prendere il posto di Civeriati in panchina. Si favoleggiano i nomi di Beppe Scienza e “Tarzan” Annoni e di un giovane di nome Dall’Acqua in avanti. Invece arriva solo un attaccante sconosciuto anche a molti addetti ai lavori. Si chiama Stefano Santini, ha appena 21 anni ed ha giocato pochissimo a L’Aquila (1 presenza appena nella prima parte di stagione) e segnato con il contagocce (2 gol negli ultimi due campionati e mezzo). Si dice sia arrivato su imbeccata di Stringara, uomo vicino sia ad Achilli che ai bolognesi.

Un quotidiano locale lo presenta erroneamente come Giorgio Santini, presunto omonimo del tifosissimo azzurro che ancor oggi segue tutti gli allenamenti a Novarello ed al “Piola”.Ad affascinare di Stefano Santini, più che l’esperienza nel vivaio della Fiorentina, sono i suoi trascorsi d’Oltremanica nel Sunderland in anni in cui non era frequente che i nostri calciatori emigrassero all’estero. “Sono rientrato in Italia per stare vicino a mia moglie ed a mio figlio che stava per nascere” racconta a Riccardo Gorini in un intervista pubblicata da “Novara Calcio Magazine” sotto il titolo “Santini attaccante made in England”.Ed in effetti ha tutte le sembianze di quel centravanti di stampo britannico, dal fisico possente, di cui il Novara ha bisogno per sfruttare i movimenti dei vari Gay, Brizzi, Cingolani e D’Ainzara.  Due anni prima ha giocato nel Marsala dove a crossargli i palloni c’era un certo Evra (sì, proprio il Patrice Evra che avete visto anche nella Juve!).

In mezzo un serio infortunio al ginocchio che ne mette in discussione le potenzialità.E’ un attaccante di peso… che di peso da smaltire ne ha un po’… E così viene mandato subito a lavorare agli ordini di Stefano Pavon, senza convocarlo per le prime partite di campionato. In molti rivedono il fantasma di Catanzani, attaccante arrivato ad ottobre dal Teramo in cambio di Lorieri che si è fatto male il giorno del primo allenamento eppoi è sparito dalle scene.Santini, invece, gioca una mezzora in un’amichevole a Gravellona  Toce a fine febbraio e strappa così una chiamata per la domenica successiva. Soltanto per la panchina però “perché in questo momento Pistella mi dà maggiori garanzie dal punto di vista fisico” spiega un Civeriati che non sa più che Santo pregare.Contro il Montichiari dell’ex Preti siamo in vantaggio per 1-0 quando il mister decide di mandarlo in campo per tener su palla negli ultimi dieci minuti. Santini si sbatte, ma si muove in maniera tanto sgraziata da suscitare il sarcasmo di un Ambiel sempre pungente: “se Civeriati trovasse anche una punta in grado di far gol... – scrive su “La Stampa” del martedì successivo - Non Santini, per carità. Come si fa ad esporre un giovane a quelle figure? In una partita come quella di domenica giocata sul filo della tensione nervosa, combattuta da tutti senza risparmio, non si può proporre, sia pure nel finale, un giocatore completamente spaesato e avulso da qualsiasi schema di gioco. «Mi serviva una torre là davanti per dare profondità e peso alla nostra azione ha cercato di spiegare Civeriati Santini è fermo da 15 giorni e deve inserirsi negli schemi».La partita finisce comunque con l’illusione di una vittoria che ci fa credere di poter evitare addirittura i play out. Il bolognese “pensionato” di nome Franco (“mi chiamo Franco Franchi…” dice in diretta radio con chiaro intento canzonatorio) va a saltare sotto la curva festante.Due settimane dopo invece i bolognesi “miliardari” sono già svaniti ed il Novara deve ripartire con i suoi debiti e la sua montagna di problemi, societari e tecnici.Nella sfida casalinga con il Sassuolo che dovrebbe riaprire il discorso salvezza Civeriati, in assenza di Gay squalificato, butta in campo tutti propri attaccanti (Menichetti e Santini appunto) per tentare a tutti i costi di vincere malgrado l’espulsione di D’Ainzara.

E viene puntualmente punito da un contropiede di Pennacchioni finalizzato da Gallicchio che ci costa la partita.L’arrivo di Borgo (in attesa della calata dei Mastagni che slitta di settimana in settimana) coincide con una serie di sconfitte consecutive (5 in tutto) che fanno temere che la luce si sia ormai spenta del tutto. Santini ritrova un po’ di spazio nelle due partite casalinghe, entrambe perse, contro Biellese ed Alto Adige senza riuscire ad incidere.A Legnano, alla vigilia di Pasqua, il corazziere toscano parte titolare anche in trasferta e dopo appena 7 minuti gli arriva una palla d’oro, su azione Brizzi-Laurentini, ma spreca incredibilmente a tu per tu il portiere con Pavesi. Altre due occasioni gli capitano nei minuti, sul punteggio che è già di 1-1: dapprima calcia sull’esterno della rete, poi cerca un improbabile sponda anziché la comoda battuta a rete.Pistella è sparito, Gay non ha più la brillantezza d’inverno. Ed allora Civeriati ricorre a Santini anche nella gara casalinga con il Moncalieri.

La classifica delle due squadre fa pensare ad un pareggio “annunciato” per allontanare lo spettro dell’ultimo posto ed in effetti anche il modo in cui maturano le due reti ravvicinate lascia qualche sospetto. Santini propizia il pareggio azzurro, facendo il velo per l’inserimento di D’Ainzara che segna il suo primo ed unico gol con la maglia del Novara. Per l’ex Sunderland, sostituito nel finale dal giovane Soncin, c’è comunque la contestazione dei giovani tifosi, Danny in primis, che stazionano fuori dallo stadio, inferociti per un pari annunciato. “Ragazzi… non chiudo occhio perché il bimbo piange tutta notte” dice il nostro centravanti guadagnandosi le simpatie degli ex contestatori.

Nelle ultime tre giornate della regular season Santini entra sempre a gara in corso. A Trieste in avvio di ripresa quando c’è da rimontare il discusso rigore che ha spianato la strada agli alabardati guidati dagli ex Scotti e Birtig. In casa con il Meda nel fango ed a Sesto San Giovanni quando c’è da difendere un prezioso vantaggio. Al “Breda” Santini spreca malamente l’occasione del 3-1 in contropiede a tu per tu con il portiere avversario, mancando la sua ultima chance di bagnare con una rete le sue 9 presenze in campionato in maglia azzurra.Nei play out con il Fiorenzuola Civeriati sceglie la coppia di contropiedisti D’Ainzara-Gay. Per Santini (che ha scavalcato chiaramente nelle gerarchie Pistella e Menichetti) c’è solo un po’ di spazio all’andata quando proviamo a raddoppiare dopo l’1-0 di testa di Polenghi. Il vantaggio minimo diventa invece prezioso da difendere dopo l’espulsione di Placida, appena entrato. In fondo anche Stefano è stato uno degli “eroi di Fiorenzuola” che ci hanno regalato una salvezza insperata da cui è cominciato il decennio più bello che ci ha portato addirittura in serie A.Dopo Novara, Santini si è ritagliato un’onesta carriera in D arrivando per quattro volte in doppia cifra (Melfi, Manduria, Sanremese e Cecina) a conferma di doti realizzative nemmeno abbozzate in azzurro.

Gioca anche nella “sua” Viareggio, ma soltanto in Eccellenza, dopo l’ennesima cancellazione del club bianconero.

Ma è in un altro ambito che il nostro centravanti si è tolto le soddisfazioni maggiori. Ad inizio 2016 quel Santini si è ritagliato spazio sui giornali come “Mr Folletto”, venditore numero 1 In Italia del più conosciuto degli aspiratori con ben 1397 affari conclusi nell’anno solare precedente. “Per me è stato come segnare un gol in serie A…” racconta ai cronisti che danno spazio all’ex promessa del pallone che ha sfondato in un campo ben diverso.

E nel frattempo non ha smesso di divertirsi nel Viareggio Beach Soccer che, da allenatore, nel 2016 ha condotto ad uno storico “triplete” (Champions League, Scudetto e Coppa Italia).Stefano Santini è la dimostrazione concreta che si può essere dei vincenti senza essere per forza dei campioni. L’importante è prendere ogni sfida con lo spirito degli “eroi di Fiorenzuola” che ci hanno regalato un pomeriggio di vera adrenalina nella palude di una triste stagione di C2…

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Novara-Spezia
Gallo: "buona reazione dopo lo svantaggio"
• Il commento del tecnico spezzino
Di Carlo: "quattro punti importanti ma non abbassiamo la guardia"
• L'analisi del mister azzurro
Novara: un punto che piace
• gli azzurri danno continuità di risultato
Novara-Spezia 1-1
• il tabellino del match
Le Probabili Formazioni di Novara-Spezia
• questi i ventidue scelti da Di Carlo e Gallo?
I Convocati Azzurri
• in 23 per NovSp
Le Curiosità di Novara-Spezia
• alcune "chicche" sul prossimo match


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel