www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: martedì 18 dicembre 2018 - 22:33 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'ex di Piacenza-Novara
Articoli correlati
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Il ritorno di Daniele Buzzegoli!
• ritorna a casa un altro Cuore Azzurro...
mercoledì 03 ottobre 2018 - 17:33
intervista a Giuseppe Gemiti

Piacenza-Novara è sempre una sfida dal sapore particolare per Giuseppe Gemiti  che ha militato in entrambe le società, lasciando ovunque buoni ricordi: “In biancorosso ho vissuto una stagione molto positiva - racconta l’ex azzurro che oggi allena il Genoa Under 14 – con me in squadra giocavano Daniele Cacia e Tommaso Bianchi. Mister Iachini mi inventò un nuovo ruolo, abbassandomi ad esterno di difesa. Sfiorammo i play off nel famoso campionato che vedeva al via Juventus, Genoa e Napoli… L’anno successivo le cose andarono meno bene. Ottenemmo la salvezza soltanto a due-tre giornate dalla fine”.

Quali le differenze e quali i punti in comune nel modo di vivere il calcio di queste due città di provincia? “Entrambe ti permettono di lavorare molto bene, con grande serenità. A Novara però ho trovato un entusiasmo maggiore, conseguenza dei grandi risultati ottenuti nei primi due anni. A Piacenza nel 2006 ad un certo punto eravamo in testa alla classifica ed allo stadio a dicembre venivano appena 3000 persone…”.

Cos’è mancato finora al Novara per diventare quello che è stato il Piacenza dalla metà degli anni novanta e per almeno un decennio? “Posso parlare della nostra stagione in A. Abbiamo sempre giocato bene contro tutti, ma specialmente all’inizio abbiamo commesso errori di inesperienza determinanti. Probabilmente c’è mancato un attaccante da 10-15 gol in grado di fare la differenza. Allora peraltro la quota salvezza era fissata molto più in alto rispetto alle ultime due stagioni… Per quanto riguarda i campionati successivi non so spiegarmi cosa sia successo. Il Novara ha sempre avuto dei nomi importanti. Probabilmente quando le cose non vanno bene all’inizio tutto diventa poi molto difficile…”.

A proposito, come mai non sei rimasto in azzurro più a lungo? “Nell’estate 2012 avevo ricevuto una proposta dallo Spezia, ma poi non se n’è fatto più nulla. Avevo detto a Giaretta che sarei stato disposto a rinnovare il mio contratto con il Novara che scadeva l’anno successivo, ma evidentemente il ds non credeva più in me. E così ho accettato la proposta del Livorno con cui ho rivinto il campionato”.

Beppe Gemiti è risultato determinante nell’ultimo Piacenza-Novara (1-2 il finale) anche se il suo nome non figura nel tabellino dei marcatori di quella gara. Dapprima ha pennellato il cross per la rete del vantaggio di testa di Marianini, poi ha salvato sulla linea un gol fatto sull’1-1: “In quella stagione mi è capitato 3-4 volte di evitare reti avversarie perché spesso facevo l’uomo sul palo e quegli interventi sono valsi dei punti pesanti per raggiungere l’obiettivo serie A. Eravamo davvero un gruppo straordinario…”.

Il Novara è sempre stato nel suo destino. Contro di noi ha giocato anche la sua ultima partita in B. Accadde in quel memorabile Bari-Novara 3-4 nel quale, per fortuna, almeno allora non riuscì a salvare sulla linea il colpo di testa di Galabinov nei supplementari: “Il nostro centrale se l’era perso. E per colpa di un errore vanificammo una grande rimonta. Peccato perché con quella squadra avremmo potuto raggiungere un obiettivo importante…”.

Poco male perché sei ripartito vincendo un altro campionato a Cremona. Com’è scendere in C per chi ha sempre giocato in A o in B? Ci possono essere dei problemi? “In linea di massima no, ma dipende tutto dall’aspetto mentale. Non devi prendere questo campionato con leggerezza perché troverai avversari carichi di motivazioni e qualità. In quella Cremonese avevamo diversi giocatori di esperienza, ma siamo stati bravi a calarci nella categoria ed a non mollare nemmeno quando l’Alessandria aveva preso il largo”.

Una domanda da tecnico che lavora in un settore giovanile: come vedi la novità delle seconde squadre anche in rapporto all’esperienza tedesca che dura da diverse stagioni? “In Germania nelle seconde squadre vengono schierati i giovani che escono dalla Primavera e non sono ancora pronti per il salto nel massimo campionato. Se utilizzate per questo scopo possono aiutare a crescere tanti ragazzi”.

Torniamo alla notturna di domenica, come vedi questo Piacenza-Novara? “Mi aspetto una bella sfida, tra due squadre che giocano un buon calcio, decisamente propositivo e possono puntare in alto. Il Piacenza è partito molto bene, con 3 vittorie consecutive, ma credo che anche il Novara sarà all’altezza dell’impegno…”.Per finire un saluto ai tifosi azzurri che hanno letto quest’intervista: “Con molto piacere. Sono stati anni bellissimi da tutti i punti di vista. Porto sempre Novara nel cuore e ci torno ogni volta davvero volentieri…”.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Designazioni Arbitrali Serie C girone A
• Tremolada per R.Siena-Novara
Il Video della Conferenza Stampa...
• ...di Pablo Gonzalez (Novaracalcio.com)
Gonzalez "mi è mancato tutto del Novara perché qui c’è qualcosa di speciale per me e la mia famiglia"
• Conferenza ufficiale dell'argentino a Novarello
Un martedì a tinte azzurre
• Conferenza stampa di Gonzalez e visite mediche per Buzzegoli
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Il ritorno di Daniele Buzzegoli!
• ritorna a casa un altro Cuore Azzurro...
Lutto Felice Pulici
• il cordoglio del Novara Calcio
Guidetti: "Da tempo siamo su livelli alti, vittoria meritata"
• l'analisi del vice allenatore azzurro


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel