www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: martedì 26 maggio 2020 - 22:06 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L’intervista a Daniel Bresciani
Articoli correlati
Consiglio Federale: "Si a ripresa dei campionati professionistici"
• Decisivo il summit Spadafora-FIGC del 28/05
Seconda puntata "Special" di Azzurri in Radio
• giovedì 21 maggio dalle ore 19:05 su Radio Azzurra FM
giovedì 28 febbraio 2019 - 12:57
di Massimo Barbero

In ogni formazione che si rispetti non dovrebbe mai mancare un ragazzo come Daniel Bresciani. Al di là dei discorsi di natura tecnica, è semplicemente l’uomo giusto per trasmettere simpatia e positività al gruppo (ed indirettamente a tutto l’ambiente) anche nei momenti più delicati della stagione.Non a caso la sua esperienza triennale in azzurro ci rimanda quasi esclusivamente a traguardi raggiunti: dalla promozione in C1 difesa nei supplementari con l’Alto Adige (quando dall’inizio del secondo tempo in poi era stato il trascinatore di una squadra ormai stremata) alla crescita esponenziale della truppa di Sacchetti, svegliata proprio dai suoi gol (al Pizzighettone ed al Cittadella) dopo un inizio di campionato da brividi. Dopo Novara Bresciani ha militato per una stagione nella Pro Vercelli. Dunque l’abbiamo contattato per parlare di questo derby ormai imminente.

Ciao Daniel, innanzitutto cosa fai di bello?

“Ho un lavoro, compro e vendo autovetture. Per quanto riguarda il calcio, ho appena fatto il corso per prendere il patentino Uefa B da allenatore. Vediamo se salta fuori qualcosa…”.Peccato aver smesso così presto…

In C gioca ancora tanta gente che ha più o meno la tua età… vedi Cacia o addirittura alcuni anni in più come Maccarone e Tavano… Ti avrei visto bene come esterno nel 4-4-2 di Sannino…

“Calma, Massimo – dice ridendo – Hai citato calciatori di ben altro spessore e qualità, che provengono da categorie superiori… Io non ho mai militato nemmeno in B. Di sicuro quelli della mia età sono stati penalizzati dall’introduzione della regola degli under avvenuta quando non eravamo più giovanissimi. Di colpo si sono ridotti drasticamente i posti liberi e conseguentemente gli ingaggi. Così qualcuno, come me, ha preferito fare scelte diverse”.

Che ricordi hai delle due tue esperienze in azzurro?

“Sono sempre stati anni di cambiamenti. Nella prima stagione la società è passata dai Mastagni a Resta. Quando sono tornato c’è stato subito la cessione all’attuale proprietà. Per me sono stati comunque momenti bellissimi. La promozione nei play off rimane un ricordo fantastico anche se quel campionato avremmo dovuto vincerlo già nella regular season ed invece ci siamo fatti rimontare nel ritorno dal Pavia. Nelle ultime due stagioni ho giocato con diversi compagni che poi avrebbero portato il Novara addirittura in serie A. Tra cui “Charly” Ludi, oggi Direttore Sportivo”.

A proposito di Direttori… lo senti ancora Sergio Borgo?

“Ci siamo sentiti un mese e mezzo fa… Avremmo dovuto incontrarci, poi per vari impegni questo non è avvenuto. Tra due settimane c’è Novara-Cuneo? Quasi quasi ci faccio un pensierino…”.

Hai debuttato in maglia azzurra proprio in Coppa a Vercelli. Che ricordi hai del derby?

“Il match di Coppa onestamente nemmeno lo ricordavo… Ho bene impresso in mente invece quello di campionato vinto a Vercelli. Eravamo un po’ in difficoltà in attacco ed allora ci ha pensato “bomber” Sicuranza…”.

Dopo Novara sei passato proprio alla Pro Vercelli.Che cosa ti è rimasto di quella stagione, a circa un anno dal fallimento del club?

“In realtà mi sono trovato bene anche a Vercelli. Per quel che mi riguarda, posso dire di aver trovato una società seria ed organizzata. Eravamo partiti per un campionato di vertice, ma abbiamo avuto diversi infortuni e non siamo riusciti a centrare nemmeno i play off”.

Veniamo al presente: possiamo definire il Novara la delusione di questo campionato e la Pro Vercelli invece la sorpresa positiva della stagione?

“Non sono d’accordo perché non considero la Pro Vercelli una sorpresa. E’ una squadra ben costruita e ben attrezzata, c’era da aspettarsi dunque che conseguisse certi risultati. Con l’Entella lotterà fino alla fine per il primo posto. Per quanto riguarda il Novara, forse sta pagando proprio la pressione di dover ottenere dei risultati importanti. Con le strutture che ha le attese sono maggiori, tutti si aspettano di vedere gli azzurri sempre quantomeno in serie B. E’ sempre difficile però parlare da fuori”.

Vedrai il derby? E, se puoi dircelo, per chi farai il tifo?

“Non posso venire allo stadio… perché gli impegni da papà… mi impongono un pomeriggio al carnevale. Ma guarderò certamente la partita in tv. E, anche se ho giocato pure a Vercelli, non è un mistero: io tifo Novara. Nel mio cuore ci sono soprattutto due squadre: quella azzurra ed il Torino ovviamente”.

Da tifoso… ai tifosi, vuoi mandare un saluto ai supporters azzurri che leggeranno quest’intervista?

“Certamente, con molto piacere! Li saluto e li ringrazio perché nei tre anni in cui ho giocato a Novara sono sempre stati dalla nostra parte. Faccio un grosso in bocca al lupo a tutti, in modo particolare ai miei ex compagni che ancora lavorano in società, allo staff ed alla dirigenza tutta, affinchè la squadra azzurra possa presto tornare in serie B”.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Novara: Mauro Borghetti ai saluti
• si divideranno, dopo 9 anni, le strade tra il dirigente e la maglia azzurra
Rivivi Azzurri in Radio
• con Cianci, Leone, Banchieri e Lampugnani
Lettera del presidente Ghirelli ai 60 club di C
• Il contenuto della missiva
Consiglio Federale: "Si a ripresa dei campionati professionistici"
• Decisivo il summit Spadafora-FIGC del 28/05
Seconda puntata "Special" di Azzurri in Radio
• giovedì 21 maggio dalle ore 19:05 su Radio Azzurra FM
A Novarello al via allenamenti individuali
• centro sportivo sanificato
Mercoledi 20/5 il Consiglio Federale FIGC
• punto cardine, la ripresa dei campionati


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel