Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: venerdì 27 novembre 2020 - 20:00 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.




Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.


L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Mi ricordo quella volta che…
• 29 settembre 2019: Novara-Albinoleffe 1-0
Ciao Diego… e grazie per quella visita!
• di Massimo Barbero
lunedì 03 febbraio 2020 - 10:24
di Massimo Barbero

Per la terza volta consecutiva dall’inizio del 2020 abbiamo segnato 2 gol in trasferta senza riuscire a portare a casa la vittoria. Questa semplice considerazione statistica è la sintesi perfetta di un mese scarso di campionato povero di punti, ma ricco di rimpianti.

Riusciamo sempre a creare parecchio, anche fuori casa, ma facciamo una fatica terribile a conservare un vantaggio. Ed alla prima occasione utile gli avversari ci fanno gol. Magari con una rovesciata inverosimile come quella che stavolta ha sbloccato il risultato.Colpa della difesa? Non sempre. Ieri nelle numerose situazioni da calcio d’angolo, ad esempio, abbiamo concesso pochissimo.

Colpa del portiere? L’abbiamo appena cambiato ed a Lanni (all’esordio certamente rivedibile) dobbiamo almeno concedere l’alibi di essere arrivato a Novarello a meno di 48 ore dal match del “Voltini”.

Colpa degli equilibri? Probabilmente sì perché quando schieri tre attaccanti ed un centrocampo con Buba e Schiavi (o lo stesso Nardi) qualcosa fatalmente devi lasciare agli avversari allorchè ripartono o hanno il pallino del gioco.

Colpa delle aspettative? Indubbiamente. Ricordo ad esempio che a settembre era stato accolto con moderata soddisfazione anche uno 0-0 interno con la Pergolettese poverissimo di occasioni da rete. “La squadra ha dato tutto, ci ha provato fino alla fine e questo basta ed avanza” si diceva all’epoca. In questi mesi sicuramente un passo in avanti sotto il profilo della mentalità propositiva e della capacità di creare pericoli sottoporta agli avversari l’abbiamo fatto.

I nostri 35 punti in saccoccia ci consentono ora di giocare anche partite in altalena come quella di ieri. Nonostante un vistoso rallentamento post natalizio rimane difficile immaginare rischi reali di essere risucchiati in zona play out. Ed allora, alla mala parata, meglio un 2-2 con tanti capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra (e con il Novara che prova a vincerla fino alla fine) che uno 0-0 senza tiri in porta come spesso ci è capitato nel recente passato.

A Crema, storicamente, quasi mai ho visto il Novara giocare bene. Anche la “corazzata” di Ferrario vi affondò regalando il gol partita agli avversari scesi in campo con l’obiettivo dichiarato di contenerci. Stavolta la partita, per chi è riuscito a vedere qualcosa, è stata almeno divertente. Gli azzurri hanno risposto colpo su colpo, hanno provato fino all’ultimo a fare bottino pieno, a costo di rischiare qualcosa, come su quell’angusto campo ci eravamo permessi solo quando schieravamo l’irripetibile squadra plasmata da Tesser (ancora in fase di rodaggio dopo un solo mese di campionato).

La scarsa visibilità di ieri onestamente non mi consente di addentrarmi in ulteriori giudizi tecnici. Una nota di demerito spetta certamente di diritto alla Lega Pro che si ostina a fissare partite alle 17.30 in pieno inverno in posti a rischio nebbia ed in stadi dotati di un impianto di illuminazione da campionati dilettantistici.

Vi lascio solo qualche pensiero in ordine spazio. Ho visto un Cisco davvero interessante nel primo tempo. E soprattutto, sempre nella prima parte della gara, una tattica vincente da parte di Banchieri che ha fatto ruotare continuamente la posizione dei nostri tre attaccanti che non davano mai punti di riferimento agli avversari. La Pergolettese non ha nemmeno avuto il tempo di gestire l’immediato vantaggio che si è trovata sotto nel punteggio.Purtroppo la ripresa è cominciata in maniera decisamente diversa.

I cambi di Albertini hanno dato una scossa alla squadra di casa che ci ha schiacciato a ridosso nella nostra area di rigore. Incassare il pari, giocando in quel modo, era quasi inevitabile e il 2-2 è arrivato troppo presto, senza che Banchieri avesse il tempo di variare ancora l’inerzia del match magari con l’inserimento di Nardi per un attaccante.Nemmeno i generosi cambi operati dalla panchina azzurra dopo il rigore di Ciccone hanno portato i frutti sperati perché nel frattempo il tecnico di casa aveva blindato meglio le corsie esterne. Soltanto Piscitella è riuscito ad andar via qualche volta ai laterali gialloblù nella mezzora finale.

C’è ancora il tempo per dire due parole sul mercato che si è chiuso venerdì sera. Alla resa dei conti Urbano ha fatto quello che doveva in una situazione di classifica che non ci propone particolari obiettivi per l’immediato: ha sostituito 3 giocatori con 3 nuovi profili che il ds appena insidiato ritiene più validi, soprattutto in prospettiva, di coloro che hanno appena lasciato Novara.

Il campo ci dirà se ha fatto bene o male, ma ad oggi l’operare complessivo una sua logica l’avrebbe (con qualche riserva solo per il “taglio” dei difensori passati di colpo da 10 a 7).

Anche un’operazione apparentemente incomprensibile come quella della risoluzione del contratto di Fonseca (un 1998 che la società azzurra ha atteso e ricostruito dopo un grave infortunio) ha trovato una spiegazione nella conferenza stampa di sabato.

Quello che invece non mi è piaciuto è il gran parlare che ha accompagnato una sessione di trattative tutto sommato interlocutoria. Non si è alzata alcuna asticella prendendo ragazzi che un anno fa, di questi tempi, militavano nella Lucchese o nell’Albissola e che nella prima parte di stagione, proiettati in altre realtà, mi pare avessero giocato poco.

Il solo Lanni ha una carriera superiore al “target” dei profili cercati la scorsa estate, ma raramente un estremo difensore fa la differenza in positivo in una squadra. Già evitare che la faccia in negativo è un gran risultato. Luca Righi è la sola eccezione, che la mia memoria ricordi, di portiere che ci abbia portato un numero considerevole di punti.

Dunque la tanto nominata “consapevolezza” va cercata in quello che Banchieri ed i suoi ragazzi hanno saputo fare in un girone d’andata certamente superiore alle aspettative e per questo tentare di mettere alla porta elementi che sin qui sono stati spesso dei punti di forza del Novara ‪2019-2020‬ (alludo a Peralta e Piscitella) non mi è parsa una gran bella idea.

Il tempo degli esami è finito. Accogliamo gli amici del Lago d’Orta che ci cantano che abbiamo solo la nebbia… con un cielo azzurro come quello che ci hanno fatto trovare nel bellissimo pomeriggio della gara d’andata. E soprattutto coloriamo d’azzurro il “Piola” per sostenere la nostra squadra del cuore…

Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Alla ricerca della chiarezza!
• Sul nodo fideiussione tanta confusione e poca trasparenza
Capitolo Fideiussione, ci risiamo!
• Garanzie bocciate dalla Lega Pro
Clara Mondonico "per mio padre Novara fu davvero importante"
• il ricordo della figlia dell'ex allenatore azzurro
Buzzegoli "Novara, rialziamoci subito"
• l'analisi del capitano azzurro in vista di domenica
Balacich "Maradona mi regalò la sua maglia"
• il ricordo dell'ex capitano del Novara...
Mi ricordo quella volta che…
• 29 settembre 2019: Novara-Albinoleffe 1-0
Ciao Diego… e grazie per quella visita!
• di Massimo Barbero
Addio Pibe de Oro!
• Il mondo intero piange la sua scomparsa


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



  Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                                      Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2021  -  email: forzanovaranet@libero.it 
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel