www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: mercoledì 05 agosto 2020 - 12:52 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

Russova e l’incontinenza
Articoli correlati
Novara Calcio: depositata l'iscrizione
• ora palla al calciomercato e al ritiro estivo
Calciomercato Estivo 2020
• acquisti/cessioni
martedì 25 febbraio 2020 - 20:11
di Gianfranco Capra

Per sorridere un po’ e alleviare la pressione.

Il Novara ha sempre avuto grandi portieri (Feher, Caimo, Corghi, Lena, Felice Pulici, Garella), essendo una squadra abituata a difendersi, aveva bisogno di un portiere sicuro.

Negli anni Quaranta-Cinquanta, appena dopo la guerra, arrivò a Novara chissà attraverso quali strade misteriose un portiere del Pisa, tale Celestino Russova, classe 1922.

Già il nome Celestino faceva un po’ ridere, e poi , lui pisano di Frassinoro ci metteva del suo firmando gli autografi con il w doppio: Russowa, sostenendo di avere una madre russa.
Era un portiere onesto, nè fenomeno nè schiappa. Guadagnò la promozione in serie “A” nel 1948 nello squadrone guidato da Silvio Piola, e giocò alla fine con gli azzurri 77 partite fra serie “B” e serie “A”.

Fra i cadetti aveva conteso il posto al triestino Costanzo, un gatto.Celestino aveva giocato in serie “A” dieci partite; dopo il pesante 5- 1 incassato il 26 dicembre a Lucca (quando il Novara scese in campo con dieci elementi petrchè durante il viaggio in treno si era ammalato Castelli), Silvio Piola si era imbufalito e aveva preteso dal commissario tecnico Luciano Marmi almeno tre rinforzi: un portiere di sicurezza; un centrosostegno grintoso e un’ala sinistra che sapesse fare i cross.

Con l’attuale squadra non ci salviamo! Non facciamo nemmeno venti punti!”, Piola era stato categorico.
Silvio aveva anche indicato i tre nomi: portiere Corghi del Modena (faceva la riserva di Corazza); Gigi Molina novarese filiforme che vegetava nelle riserve; Piero Ferraris II, vercellese campione del mondo, che si era ritirato dal calcio e gestiva un albergo a Vercelli (avrebbe pensato lui stesso a convuincere il Piero a tornare in campo).

E così avvenne. E con questi tre nomi nuovi, il Novara compì il miracolo della salvezza grazie ai gol di Piola 15 e di Piero Ferraris II 10.

Russova vegetò nelle riserve insieme all’altro portiere Costanzo. Apparve in prima squadra ancora tre o quattro volte nei campionati successivi, poi tornò a casa, giocando poi nel Pavia e nel Lugano.La sua carriera fu modesta e poco brillante, comunque con una promozione in serie “A” e 77 partite in azzurro.

Ma quello che rese “celebre” (si fa per dire) Celestino "Russowa" fra i tifosi novaresi fu un fatto singolare.

In alcune partite casalinghe, prima del fischio d’inizio, Russova si accomodava fra I pali, e poi un irrefrenabile impulso lo costringeva ad un gesto che oggi sarebbe stato pubblicizzato da tutte le TV mondiali.

Celestino si avvicinava al palo, cercando un po’ di intimità, e poi orinava liberando la vescica. Fra l’ilarità del pubblico della curva sud, quella verso il Mercato Coperto (dall’altra parte non c’erano tribunette).

I suoi compagni gli chiedevano: “Ma non potevi farla negli spogliatoi?”. Rispondeva Celestino: “Sì, ma appena in campo mi scappa ancora, sarà l’emozione…”

L’arbitro faceva finta di niente. Il pubblico rideva; non c’erano presenze femminili nella curva sud.

Venne sostituito da Ivano Corghi, non causa la minzione pubblica, bensì per limitato rendimento.

La prossima volta racconteremo l’avventuroso arrivo a Novara del modenese Corghi, in una giornata di nebbia speciale.

Gianfranco Capra

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Ghirelli lancia l'allarme: "Non ci si costringa a gesti pesanti"
• fonte: tuttoc
Campionato Serie C al via il 27 Settembre
• depositati tutti i documenti necessari all’iscrizione
Mercato Novara Calcio: Paroutis verso Cipro
• si cerca anche il nuovo "Pinzauti"
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Novara Calcio: depositata l'iscrizione
• ora palla al calciomercato e al ritiro estivo
Calciomercato Estivo 2020
• acquisti/cessioni
Il Novara e la lista giocatori
• al lavoro per programmare la stagione 2020/2021
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel