www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: domenica 24 maggio 2020 - 09:30 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'editoriale Azzurro
Articoli correlati
Seconda puntata "Special" di Azzurri in Radio
• giovedì 21 maggio dalle ore 19:05 su Radio Azzurra FM
A Novarello al via allenamenti individuali
• centro sportivo sanificato
domenica 23 dicembre 2018 - 17:56
di Massimo Barbero

Un 1-1 sul campo del Siena può avere significati diversi a seconda del momento in cui arriva.

Quello del novembre 2010 a firma Emmanuel Gigliotti mi aveva regalato istanti di estasi pura ed un felicissimo viaggio di ritorno verso casa. Quello di ieri mi ha lasciato solo l’ennesimo rimpianto di una stagione nella quale il Novara si candida di diritto ad essere la vera incompiuta dell’attuale campionato.

Fino al gol di Nico Schiavi ed in undici contro undici ce la siamo giocata quantomeno alla pari contro un avversario che era annunciato tra le squadre più in forma del momento (6 successi nelle precedenti 9 gare). Quando la partita sembrava in discesa, invece, ci siamo complicati la vita.

Non siamo più stati capaci di renderci pericolosi in contropiede e nemmeno abbiamo avuto una sufficiente dose di realismo per metterci a proteggere il fortino, tirando la classica riga. Forse mai come ieri le buone intenzioni si scontrate con la realtà oggettiva di un affanno dovuto alle troppe partite ravvicinate.

E’ vero, il pareggio dei toscani è arrivato a seguito di un’invenzione di Guberti (con l’evidente complicità di Benedettini) ma, come si suol dire, in quel frangente, da almeno una manciata di minuti, l’1-1 del Siena appariva maturo ed onestamente anche meritato.Quella di Mignani è una squadra “di categoria” per equilibrio, organizzazione e mentalità. A cui il ds Dolci, strada facendo in questo anno e mezzo, ha aggiunto qualità ed alternative.

I padroni di casa non sono partiti all’ assalto all’arma bianca. Ci hanno affrontato con estremo rispetto, provando a sfruttare nostri eventuali errori per indirizzare la partita. Le occasioni dei locali nel corso del primo tempo sono nate tutte da ripartenze dopo aver rubato la sfera in mezzo al campo (o da palle inattive). Il Novara però ha saputo rispondere colpo su colpo. Il secondo gol consecutivo di Schiavi era stato “annunciato” da un’altra grossissima opportunità azzurra sprecata da una maldestra finalizzazione di Sciaudone, a metà tra il tiro e l’assist allo stesso Nico in mezzo all’area.Dopo l’espulsione di Romagnoli però non siamo più riusciti ad interpretare la gara in maniera adeguata.

Il Siena si è dapprima accontentato di rimanere aggrappato allo svantaggio minimo per poi alzare, col passare dei minuti, il proprio baricentro nella convinzione di poterla aggiustare nella mezzora finale di partita, anche grazie alla spinta di una tribuna piuttosto gremita che si è schierata apertamente a favore della Robur, proprio nei momenti di maggiore difficoltà. Un convinto “Siena-Siena!!!” si è alzato dagli spalti proprio nonappena il tabellone si è messo a segnare il punteggio di 0-1 a conferma di un attaccamento non condizionato dalle contingenze negative.Dallo spavento per il diagonale di Gliozzi in poi (15’ circa) ci siamo fatti schiacciare sempre di più a ridosso della nostra area di rigore senza mai trovare lo spazio e le energie per delle ripartenze convinte o anche solo per abbozzare un sereno possesso palla nella metàcampo altrui.

Onestamente un osservatore distratto non si sarebbe accorto della superiorità numerica azzurra tanta era la pressione dei toscani. Nemmeno i cambi ci hanno permesso di ritrovare energie e brillantezza. Anzi, sono stati i padroni di casa ad aggiungere nuova linfa ed ulteriori motivazioni grazie alle qualità dei subentrati dalla panchina.Ad onor del vero nemmeno il Siena ha creato granchè là davanti, ma inevitabilmente, alla lunga, abbiamo pagato dazio alla supremazia territoriale altrui anche in termini di cartellini. Visto che a Natale siamo tutti più buoni, voglio fare i complimenti al signor Paride Tremolada della sezione di Monza. Non si è mai fatto scappare di mano la partita nonostante le “sceneggiate” della panchina di casa e le urla provenienti dalla tribuna, dando dimostrazione di grande personalità. Le espulsioni comminate (da una parte e dall’altra) secondo me sono giuste con una sola riserva legata al primo cartellino giallo inflitto a Chiosa, troppo severo per un intervento palla-piede (sicuramente palla, ma forse prendendo anche il piede) nemmeno particolarmente violento.“

E’ un Novara autolesionista” scrivevo all’indomani della gelida sera di Alessandria ed al rientro dalla mite notte senese le sensazioni non possono che essere le stesse. Avevamo superato la mezzora della ripresa in vantaggio di un gol e di un uomo… Dieci minuti più tardi eravamo sull’1-1… con due espulsioni sul groppone ed una fottuta paura di perdere una partita che fino a poco prima eravamo convinti di poter portare a casa con relativa facilità.

Come abbiamo fatto a combinare tutti questi pasticci (con conseguenze allarmanti anche in prospettiva Pisa) in un lasso di tempo così breve? Purtroppo questo è un disco che si ripete di continuo quest’anno e che non ci ha permesso di trasformare i 10 pareggi ottenuti (9 arrivati soltanto tra novembre e dicembre…) in qualcosa di più concreto e gratificante per la nostra anemica classifica…

Inutile rovinarsi il Natale parlando ancora dei rimpianti legati al nostro Novara. Ce lo vogliamo rovinare (in piccola parte, ci mancherebbe) immaginando cosa succederà a fine gennaio quando la Figc dovrebbe varare nuovi criteri per scegliere le 3 società da ripescare in B la prossima estate.

Cari signori, ma non vi è bastato quello che abbiamo passato da luglio ad ottobre dell’anno che sta per chiudersi??? Che senso avrebbe tradire ancora la legge del campo (che avrebbe imposto di ripescare Entella, Novara e Pro Vercelli in questo esatto ordine) per buttarsi nuovamente nel politichese?

Mentre scrivo è arrivata l’ufficialità della prima partita non giocata (per rinuncia) di questo campionato…

Vi riporto il comunicato diffuso meno di 6 mesi fa, esattamente il 29 giugno “Il Pro Piacenza, nella persona dell’Amministratore Unico Alberto Burzoni, comunica che in data odierna ha ceduto la proprietà del Club alla Seleco S.p.A., azienda italiana leader nel settore della produzione e distribuzione di TV ed elettrodomestici, rappresentata dal Presidente Dr. Maurizio Pannella. La società ringrazia l’Avvocato Cesare Di Cintio per aver coordinato le trattative finalizzate alla cessione del Club…”.

Chi deve ringraziare ora la Pro Vercelli per avere virtualmente ottenuto 3 punti preziosi senza nemmeno essere scesa in campo in una domenica fredda e nebbiosa risparmiando per energie per le altre 2 gare alle porte nei prossimi 7 giorni?

Tanti Cari Auguri a tutti e… Forza Novara sempre!!!

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Novara: Mauro Borghetti ai saluti
• si divideranno, dopo 9 anni, le strade tra il dirigente e la maglia azzurra
Rivivi Azzurri in Radio
• con Cianci, Leone, Banchieri e Lampugnani
Lettera del presidente Ghirelli ai 60 club di C
• Il contenuto della missiva
Consiglio Federale: "Si a ripresa dei campionati professionistici"
• Decisivo il summit Spadafora-FIGC del 28/05
Seconda puntata "Special" di Azzurri in Radio
• giovedì 21 maggio dalle ore 19:05 su Radio Azzurra FM
A Novarello al via allenamenti individuali
• centro sportivo sanificato
Mercoledi 20/5 il Consiglio Federale FIGC
• punto cardine, la ripresa dei campionati
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel