www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: martedý 17 settembre 2019 - 14:54 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla SocietÓ
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L' Editoriale Azzurro
Articoli correlati
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Pontedera-Novara
L'analisi di mister Guidetti...
• ...al termine di Pontedera Novara
sabato 08 giugno 2019 - 23:21
di Massimo Barbero

Ho provato a divagare per un paio di settimane in attesa che da Novarello trapelasse qualcosa… Ho insistito nel chiedere al direttore Faranna di piazzare in “home page” un ombrellone con la scritta “chiuso per ferie” almeno in questo week end che lo vede, beato lui, a ritemprarsi in Sardegna in compagnia di belle ragazze…Nulla da fare!

Mi tocca tornare a scrivere del Novara Calcio… malgrado dal Novara Calcio non arrivino notizie (ufficiali o non) di carattere squisitamente sportivo ormai da oltre tre settimane. Lo devo ai tifosi come quel signore sulla sessantina che martedì mattina mi ha tirato su il morale, forse involontariamente, dicendomi nei pressi di Corso Torino: “Ho sempre seguito il Novara… fino all’anno scorso. Quest’anno, sono sincero, non ce l’ho fatta. Ma da agosto si ricomincia… torno ad abbonarmi… In fondo il Novara è sempre il Novara. E senza non si può stare…”.

Il calcio è una piccola-grande metafora della vita. Dopo ogni sconfitta, dopo ogni dispiacere, dopo ogni occasione mancata, dopo ogni rigore decisivo tirato sul palo… bisogna rialzarsi e riprendere a correre, come se nulla fosse successo. Perché non c’è alternativa e rimanere stesi sul prato a disperarsi mentre gli altri continuano a giocare… non serve proprio a nulla.

Il problema è che il Novara Calcio (almeno agli occhi di un osservatore esterno) sembra fermo a quelle “72 ore di riflessione” a cui Roberto Nespoli aveva accennato, a caldo, la sera del 2-2 di Arezzo. In questo lasso di tempo ha preso quota solo la figura del Dg azzurro. Oggi non è più quel dirigente “ad interim”, un uomo del gruppo prestato temporaneamente al calcio, quale appariva ai primi di febbraio, all’indomani delle inattese (almeno per noi) dimissioni di Paolo Morganti.

Adesso Nespoli sembra perfettamente calato nel ruolo. Onestamente, al di là dei saluti di rito in Tribuna, l’ho sentito parlare per la prima volta soltanto ad Arezzo. In quell’intervista ed in quelle più recenti effettuate dai colleghi De Luca e Massara per la carta stampata ho scoperto un dirigente spigliato, dalle notevoli capacità comunicative e non certo a digiuno di cose calcistiche.Ma la figura “chiave”, in una realtà come la nostra, rimane quella del ds.

Da non sbagliare assolutamente. Non a caso gli ultimi cicli fortunati della storia recente azzurra sono coincisi con la continuità garantita da Borgo, Sensibile (seppur per un solo biennio di sole vittorie) e Teti (fino all’ultimo, disgraziato, girone di ritorno in B).Al limite si può pensare di arrivare persino ai primi di luglio senza allenatore, ma non si dovrebbe arrivare nemmeno ai primi di giugno senza un direttore sportivo già in carica.

Perché in queste settimane da “rompete le righe” il lavoro di un ds è di fondamentale importanza per andare a scovare qualche elemento in scadenza di contratto, monitorare il materiale umano a disposizione (prestiti di ritorno e giovani in uscita dalla Berretti compresi) e scegliere con calma, questo sì con calma e razionalità senza buttarsi sul primo nome libero, l’allenatore.Perché all’alba del 9 giugno il Novara invece non ha ancora un Direttore Sportivo?

E’ abbastanza singolare questa casellina “vuota” per una società che almeno da metà febbraio sapeva che al 90% avrebbe militato ancora nella stessa categoria e che da metà marzo in poi è rimasta senza il dimissionario Ludi.

Due ipotesi potrebbero spiegarci con razionalità questa, perdurante, vacanza. La prima, legata ad un possibile e/o imminente, passaggio societario, è sin qui sempre stata seccamente smentita a Novarello e dintorni.

La seconda porta invece ad una “promozione” di Zebi. Dunque si tarderebbe ad annunciare il nuovo direttore sportivo perché in realtà il nuovo direttore sportivo sta già lavorando per la causa da circa un anno a questa parte. Ha seguito ogni minuto, partite ed allenamenti compresi, della scorsa stagione ed è altrettanto attivo in questi giorni. Conosce alla perfezione pregi e difetti dei giocatori che Ludi ha portato a Novara (spesso evidentemente consultandosi con lui) in estate o a gennaio perché lui stesso è stato portato a Novara da Ludi.

Anche e soprattutto in questo caso però non si spiegherebbe il perché del protrarsi di questo silenzio che avrebbe l’effetto di far apparire la (legittima) scelta di “promuovere” Zebi, al di là del valore del singolo che obiettivamente non sono in grado di giudicare, un ripiego o, peggio, un segnale di ridimensionamento.

Speriamo che la settimana entrante ci porti finalmente idee e comunicazioni chiare da chi deve decidere. Così avremo anche finalmente qualcosa di concreto da commentare.

Il Monza di Berlusconi, il Vicenza di Rosso, il Padova rinnovato ma già nuovamente ambizioso dopo l’arrivo di Sean Sogliano, una tra Pisa/Triestina, Piacenza/Trapani, Salernitana/Venezia… eppoi Cesena, forse Modena, Avellino, Bari, Catania, Foggia….

Chi dosa la propria passione con la giusta dose di realismo sa bene che, al di là di come verranno suddivisi i gironi, il Novara ben difficilmente avrà le credenziali per affacciarsi alla prossima serie C con il ruolo della favorita designata, come accadeva qualche anno fa… Con tutto il rispetto i tempi, in cui eravamo noi lo “spauracchio” per Bassano o Pavia, per un Alessandria appena salita dalla quarta serie o un Monza costruito su basi (societarie) d’argilla sono, ahinoi, lontani… Per fare un paragone, possiamo sperare di tornare a lottare per la B partendo da una crescita graduale di uomini e progetti stile Piacenza, non rilanciando subito con i nomi e gli investimenti che hanno caratterizzato la rapidissima risalita dell’Entella.Questo è quello che ci passa oggi il convento. Domani chissà…

L’affascinante progetto legato alla “Cittadella dello Sport” rappresenta l’ultimo stimolo (imprenditoriale) verosimile per uscire dal “buco nero” in cui ci siamo definitivamente ricacciati quella maledetta sera del 18 maggio 2018… Nessuno se ne abbia a male se scrivo che si tratta, al di là delle incognite e delle comprensibili riserve legate agli interessi particolari di qualcuno, di un’occasione da cogliere.

Quantomeno per non rimpiangere all’infinito quello che sarebbe potuto essere ed invece non è stato.Ma questi sono discorsi troppo “impegnativi” (e prematuri) da fare in una domenica di giugno priva di qualsiasi adrenalina azzurra. Oggi sogniamo solo un direttore sportivo che indovini qualche acquisto azzeccato ed un allenatore che restituisca almeno ai più affezionati la voglia di tornare presto al “Piola”….

Forza Novara sempre!!!

Ps: un Grazie di Cuore a nome dell’intera famiglia Barbero a tutti coloro che, sul “muro” o sui “social” mi hanno dedicato un messaggio o un pensiero nei giorni della scomparsa della mia cara nonna Paola.

Massimo Barbero

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Il prossimo avversario: la Pergolettese
• uno sguardo ai prossimi rivali degli azzurri
Prevendita biglietti Novara-Pergolettese
• tutte le info
Programma Allenamenti Azzurri
• verso Novara-Pergolettese
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Pontedera-Novara
L'analisi di mister Guidetti...
• ...al termine di Pontedera Novara
Cesare Pogliano in mix zone
• il video dell'intervista (novaracalcio.com)
Pontedera-Novara 0-0: il tabellino
• i numeri del match


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquist˛ la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel