www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: lunedì 17 dicembre 2018 - 09:55 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'intervista al Presidente Azzurro Carlo Accornero
Articoli correlati
Lettera del Presidente Massimo De Salvo
• fonte: Novaracalcio.com
Boscaglia:"Una gara con troppi errori nostri"
• L'analisi dell'allenatore ospite
giovedì 22 febbraio 2007 - 20:23
Carlo Accornero:"Il Novara vive un’opportunita’ davvero straordinaria: un azionista importante, persone capaci ed appassionate, un progetto a medio termine di grande respiro che vuole portare la societa’ sempre di piu’ all’interno del tessuto sociale della citta’. Abbiamo tutti molto a cuore i risultati sportivi, domenica dopo domenica"

Abbiamo raggiunto il Presidente del Novara Calcio, Carlo Accornero, con il quale abbiamo fatto una piacevole chiacchierata a campo aperto sul Novara:
- Conoscendo la Sua innata passione per la maglia azzurra, si sarebbe mai immaginato di ricoprire la carica societaria più importante ? "Durante la trattativa per l’acquisto della Societa’, i nuovi Azionisti mi avevano espresso la volonta’ di ricercare la persona che potesse ricoprire l’incarico di presidente pensando ad un novarese che, condividendo il progetto, potesse affiancare Massimo De Salvo che si sarebbe occupato direttamente della gestione. Il fatto che poi la scelta sia caduta su di me, mi ha ovviamente riempito di orgoglio, soddisfazione e volonta’ di dare tutto cio’ di cui sono capace: da piu’ di vent’anni il Novara rappresenta per me passione sportiva e impegno professionale".
- Quale è il suo pensiero circa i progetti ambiziosi espressi dalla nuova proprietà ? "Il Novara vive un’opportunita’ davvero straordinaria: un azionista importante, persone capaci ed appassionate, un progetto a medio termine di grande respiro che vuole portare la societa’ sempre di piu’ all’interno del tessuto sociale della citta’. Abbiamo tutti molto a cuore i risultati sportivi, domenica dopo domenica. Credo pero’ che oggi come non mai dobbiamo guardare piu’ avanti, proprio in virtu’ del progetto".
- Lei ha vissuto da vicino tutti gli aspetti societari, che si sono avvicendati nel corso degli ultimi anni. Quale pensa che sia stato l'avvenimento che, più di tutti, ha caratterizzato la fortuna di trovarsi nell'attuale situazione societaria ? "Abbiamo vissuto anni difficili, nei quali, vi assicuro, l’obiettivo principale da difendere e’ stata la sopravvivenza. Ho piu’ volte ricordato i play out contro il Fiorenzuola al termine del campionato 2000/2001 come il momento in cui tale sopravvivenza e’ stata vicina ad essere perduta. Da allora, pur tra alti e bassi, abbiamo vissuto una crescita continua, non dobbiamo mai dimenticarlo. Gli azionisti e i dirigenti che in questo periodo hanno consentito questa crescita rappresentano, direi nel loro insieme, la premessa che ha consentito l’attuale situazione societaria".
- C'è una persona, a Suo avviso, che ha contribuito molto alla causa del Novara ? "Ho gia’ ricordato gli azionisti e i dirigenti di questi ultimi anni: le famiglie Mastagni, Resta e la continuita’ della gestione tecnica nella mani di Sergio Borgo. Ma vorrei davvero che tutti ricordassimo le persone che negli anni passati, sostanzialmente dopo la lunga stagione di Santino Tarantola, hanno per tanti anni dato al Novara passione, impegno finanziario e personale. Il Novara di oggi ha in progetto (avanzato) iniziative per riportare vicini ai colori azzurri proprio tutte queste persone: azionisti, dirigenti, calciatori, tecnici che hanno fatto la nostra storia e alle quali dobbiamo tanta riconoscenza".
- I rapporti della società azzurra con le istituzioni cittadine, (Banca Popolare di Novara e Comune principalmente), si sono a Suo parere modificate con l'ingresso della famiglia De Salvo ? Ed in caso di risposta affermativa in che modo ? "Questi rapporti rappresentano un nostro grande patrimonio: abbiamo il dovere di lavorare bene anche per ricambiare l’attenzione che ci viene rivolta. Ancora una volta la forza di un programma a medio termine ci consentira’, anche su questo fronte ,di migliorare e rafforzare i rapporti con le istituzioni e gli sponsor".
- Una realtà come quella della città di Novara, può ambire alla Massima Serie ? Crede che vi siano le prerogative per giungerci senza problemi, oppure ritiene che nel caso in cui ci sia la volontà di raggiungere questi obiettivi, si debbano effettuare gioco forza delle migliorie ? "Anche solo per scaramanzia devo essere prudente. Non si possono raggiungere obiettivi cosi’ importanti senza problemi. D’altro canto, anche ricollegandomi alla domanda precedente, un serio progetto della societa’, un forte coinvolgimento delle istituzioni, una attenzione degli sponsor a traguardi piu’ ambiziosi, sono cose che la citta’ puo’ offrire. E’ compito nostro ottenere tutto cio’".
- Dove può arrivare l'attuale Novara Calcio ? E quello del prossimo anno ? "E’ evidente che i progetti tendono a traguardi ambiziosi. Certamente la societa’ e’ impegnata a tutti i livelli per ottenere concrete soddisfazioni fin da quest’anno; d’altro canto non possiamo dimenticare che la nuova dirigenza e’ salita su un treno in corsa. Una cosa e’ certa: l’impegno e’ massimo a tutti i livelli".
- Il Calcio, alla luce degli ultimi e tristi episodi di Catania, sta radicalmente cambiando. Crede che in futuro le cose possano migliorare, oppure il declino è destinato a perdurare, o peggio ancora ad incrementarsi ? "Dobbiamo tutti sperare che le varie vicende che hanno negativamente colpito il calcio possano diventare occasione di miglioramento e crescita. Da calciopoli all’ordine pubblico il tema deve essere il rispetto delle regole, punendo chi sbaglia per non penalizzare chi cerca di lavorare seriamente. I nostri bilanci non sono mai stati “sistemati” con le plusvalenze, la nostra societa’ rispetta tutti i suoi impegni, i nostri tifosi non hanno mai creato alcun problema: e’ ora che tutto questo ci venga riconosciuto. La nuova gestione della Federazione (cui diamo tutta la nostra collaborazione) dovra’ essere indirizzata a questi obiettivi".
- La questione adeguamento dello stadio “Silvio Piola” come sta procedendo ? Inoltre nella partita contro il Pisa ci sono reali possibilità che vi possano entrare tutti e non solo gli abbonati ? "Ci sono due livelli: a medio termine lo stadio dovra’ essere oggetto di un progetto complessivo di ristrutturazione radicale (purtroppo dimostra i suoi trent’anni). A breve termine sono allo studio iniziative concrete tendenti a consentire da subito una buona utilizzazione dell’impianto. In entrambi gli obiettivi la societa’ e’ fortemente impegnata, in affiancamento al Comune".
- Per finire, cosa si sente di dire ai tifosi azzurri ? "Abbiamo una grande opportunita’; i nostri azionisti ci offrono la massima disponibilita’; Massimo De Salvo e’ impegnato in prima persona nella gestione con grande concretezza; Sergio Borgo (di cui mi vanto di essere sempre stato grande tifoso e con il quale ho condiviso tanti momenti piu’ o meno facili) ha la possibilita’ di operare al suo fianco con la forza del progetto e dell’impegno pluriennale (quante volte l’ho sentito augurarsi questo!); io cerco di completare la “triade” con un po’ di esperienza di questo mondo speciale ; si sta consolidando un gruppo di persone, dai Consiglieri a tutti i collaboratori con professionalita’ e passione. Questo e’ il progetto che cresce: i risultati non mancheranno, ci dobbiamo credere tutti. Sono da sempre tifoso del Novara (qualcuno mi ha anche simpaticamente sottolineato qualche eccesso) ; oggi piu’ che mai : forza, grande Novara! Un caloroso saluto a tutti i tifosi !". 
Ringraziamo il Dott. Accornero per la cortesia dimostrata e auguriamo a Lui e a tutta la Società grandi soddisfazioni per il grande impegno che tutti stanno mettendo per la causa Azzurra.

redazione forzanovara.it

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Il ritorno di Daniele Buzzegoli!
• ritorna a casa un altro Cuore Azzurro...
Lutto Felice Pulici
• il cordoglio del Novara Calcio
Guidetti: "Da tempo siamo su livelli alti, vittoria meritata"
• l'analisi del vice allenatore azzurro
Chi Sale/Chi Scende
• dopo Novara-Olbia
Poker azzurro: Olbia battuto
• Dopo 5 pareggi torna la vittoria
Novara-Olbia 4-0
• Il tabellino del match
Le Formazioni Ufficiali di Novara-Olbia
• ecco i 22 scelti da Viali e Carboni
I Convocati Azzurri
• in 20 per NovOlb


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel