www.forzanovara.net - sito non ufficiale on-line dal 12.09.2000

Home

Risultati

Classifica

Calendario

La Rosa

Tecnici

Società

Storia

Stadio

Link

Muro 

Redazione

 Cerca articolo: Sito Web

Ultimo aggiornamento: lunedì 10 dicembre 2018 - 19:01 10 ultimi articoli pubblicati Fai di questo sito la tua Homepage Inviaci una e-mail

» News

   Novara Calcio
   Rubriche
   Interviste
   Info dalla Società
   Calciomercato
   News dai Tifosi
   Archivio foto
   Comunicati Lega
 

» Novara Calcio

 Le partite Azzurre 

 Archivio Campionati

 Protagonisti Azzurri

 La Curva Nord



La tabaccheria del tifoso
.


Dr. Andrea Clementoni - Chiropratico

.
.

» Archivio News
LunMarMerGioVenSabDom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31


.

» Sondaggio
Sei soddisfatto dal calciomercato?

SI
NO






.
Seguici su Twitter

L'intervista a Massimo De Salvo
Articoli correlati
Lettera del Presidente Massimo De Salvo
• fonte: Novaracalcio.com
Boscaglia:"Una gara con troppi errori nostri"
• L'analisi dell'allenatore ospite
venerdì 14 marzo 2008 - 16:40
di redazione forzanovara.it

A circa un mese di distanza siamo tornati nuovamente a fare una chiacchierata con l'Amministratore Delegato, Dott. Massimo De Salvo. 
Ringraziandolo come sempre per averci accolto con piacere e di aver dialogato con noi riportiamo quanto è emerso:

Pagani è l’ultima spiaggia per sperare ancora in un finale con qualche ambizione, oppure i punti persi da dicembre ad oggi sono troppi per alimentare ancora sogni di gloria ? "Giochiamo partita dopo partita, cercando di dare il massimo, nella nostra speranza nulla è ancora perso".

Si aspettava tante difficoltà per ottenere risultati importanti oppure, come un po’ tutti noi che viviamo il calcio da appassionati, ma dall’esterno, pensava che sarebbe bastato volere e investire per vincere ? "Quando sono arrivato a Novara ero consapevole che se vuoi ottenere risultati importanti devi investire. Noi un po’ alla volta lo stiamo facendo, anche se il calcio non è una scienza esatta e non è tutto immediato. Io e la mia famiglia siamo entrati nel Novara Calcio per fare bene e sono convinto che ci riusciremo".

Quanto può aver influito nel corso del campionato l’assenza prolungata di un giocatore come Fabio Gallo ed il rendimento sottotono di alcuni "senatori" azzurri ? "Quest’estate, quando abbiamo preso Gallo, avevamo in mente un certo tipo di gioco improntato sulle specifiche caratteristiche del giocatore. Poi causa i vari e prolungati infortuni abbiamo dovuto cambiare caratteristiche alla squadra; i vari sostituti hanno fatto benissimo ma Gallo è un giocatore con caratteristiche troppo importanti".

Alcuni giocatori presentano notevoli carenze di condizione. Non crede che si possa aver sbagliato qualcosa nella preparazione estiva ? "Su questo non sono d’accordo, la squadra a mio parere sta correndo e tranne qualche partita, tra l’altro del tutto normale in un campionato così lungo, non credo che ci sia il problema della preparazione atletica".

In un Suo messaggio sul "muro dei Tifosi" ha riconosciuto che sono stati commessi degli errori nel corso dell’attuale stagione. A Suo avviso questi ultimi hanno una ragione di fondo, oppure è il frutto delle casualità che il calcio offre ? Ed in caso affermativo, come ritiene sanabile lo stato di malessere per la prossima stagione agonistica ? "Non ho scritto che sono stati commessi degli errori, ho scritto che è possibile che siano stati commessi degli errori, ma questo lo verificheremo un po’ piu’ in là. A mio parere prima di affermare con certezza se siano stati commessi errori bisogna anche tenere in considerazione i vari infortuni a qualche giocatore, altri che hanno reso meno rispetto alle nostre aspettative. I giocatori arrivati sono state scelte importanti, tutti con un certo curriculum".

Non crede che si sia data troppa enfasi ed entusiasmo all’ambiente, specie durante la presentazione ufficiale della squadra, che ha influito nelle attese dei Tifosi, delusi dalle recenti prestazioni e che non si ritrovano in quanto dichiarato in tale occasione ? "No. La squadra al di là di qualche partita è sicuramente una squadra importante. A luglio abbiamo voluto festeggiare l’inizio di un qualcosa che definiamo importante, non era scontato vincere subito. Inoltre non è il pensare di puntare in alto che ti fa raggiungere un obbiettivo, ma è il coraggio di non arrendersi mai e io non sono persona che si arrende facilmente se mi pongo un certo obbiettivo".

I Tifosi, dall’esterno, hanno l’impressione che esista una grande organizzazione per tutto quanto concerne il contorno, (Novarello, Centenario, ecc.) mentre vedono un po’ carente il lato squisitamente tecnico, ovvero la squadra. Il Suo parere ? "Non è per niente vero. Noi cerchiamo di organizzare bene tutto ciò che è organizzabile, il resto come dicevo non è scontato. Cercheremo di essere ancora piu’ competitivi".

Quando si è scelto di operare sul recente mercato di riparazione, con la scelta mirata di tre giocatori d’esperienza, la Società era consapevole che per raggiungere obiettivi importanti sarebbe anche potuta sorgere l’eventualità di innesti più concreti, che proiettassero il Novara fra le squadre che ambiscono al salto di categoria ? "Il mercato di gennaio, come dice la stessa parola "mercato di riparazione", non è una fase che puoi programmare ma devi solo cercare di porre i correttivi che ti sembrano piu’ adeguati. La programmazione si fa in estate".

Bellotto ha un curriculum molto importante, ma il suo calcio è decisamente diverso da quello di Discepoli. Avete costruito una squadra in estate con tanti esterni offensivi, pensando di sviluppare una spinta importante sulle fasce. Ora avete scelto un allenatore che predilige laterali difensivi molto più "cauti", che sacrifica giocatori come Matteassi e Maggiolini. Come siete arrivati alla scelta di un allenatore dalle caratteristiche di Bellotto ? E ritiene che gli uomini a sua disposizione siano adatti agli schemi che lo stesso predilige ? "Prima di pensare a Bellotto bisogna fare un passo indietro, ovvero all’esonero di Discepoli, che reputo una persona straordinaria ma purtroppo la squadra aveva perso completamente gli equilibri e sicurezza. Bellotto la reputo una persona che ha dovuto fare di necessità virtu’. Come prima cosa ha cercato di dare maggior sicurezza alla difesa che prendeva valanghe di gol. Per vedere nel suo complesso il lavoro svolto dal nuovo mister bisogna dargli tempo. Nel complesso, sinora, considerando quali erano le nostre necessità, reputo efficace il lavoro svolto da Bellotto".

I Tifosi hanno accettato il discorso del progetto "pluriennale". Non hanno però capito il perché sul campo ci sia affidi ad una squadra dall’età media molto alta, che negli anni dovrà portare ad inevitabili cambiamenti. Vuole rispondere a queste perplessità ? "I tifosi devono pensare che io ho voluto costruire prima le basi di una società, logico da tifoso è giusto guardare i risultati, ma sono convinto che arriveranno anche quelli".

Borgo 7 anni fa veniva definito "chiacchierone toscano" perché monopolizzava le interviste, specialmente nei periodi di "vuoto societario". Ora in sala stampa non viene praticamente più, come mai ? "Bhè questo non lo so, lo dovreste chiedere a lui. Il direttore è libero di parlare liberamente, se non parla è una scelta sua".

In una Sua intervista, tempo addietro, affermò che il Suo sodalizio con Sergio Borgo era una condizione basilare per la Sua presenza nel Novara Calcio. Ma di recente ha anche affermato che nessuno può esentarsi da colpe per l’andamento di questa stagione. Se si dovessero riconoscere dei limiti da parte dello staff societario, Lei è sempre dell’idea che i rapporti si debbano considerare "blindati", oppure è pronto ad esaminare anche soluzioni drastiche ? "Il sodalizio con il direttore è molto forte perché lo ritengo persona intelligente e preparata. Se a fine stagione riconosceremo alcuni errori cambieremo la strategia ma non gli uomini".

Dal Suo arrivo sulla piazza novarese il confronto fra Società e Tifosi è radicalmente mutato. Lei rappresenta il primo proprietario del Novara a scrivere apertamente sul "muro dei Tifosi", il che Le fornisce grandi meriti di trasparenza e cordialità. Ma non crede che alle richieste dei Tifosi, circa i reali obiettivi di questa Dirigenza, non si sia mai fornita una risposta precisa, che sancisca la volontà di assestarsi in una categoria difficile come la Serie C, prima di affrontare più profondamente un eventuale discorso promozione ? "Non ho mai detto che quest’anno volevo andare in serie B, certo se capitasse l’occasione mica mi tiro indietro. Al mio arrivo nel Novara Calcio ho preso in mano una squadra che ha quasi sempre cercato di salvarsi e quindi abbiamo dovuto sistemare alcune cose anche a livello di personalità. Comunque, circa la vostra domanda, posso dire che il mio obbiettivo è quello di arrivare almeno in serie B e stiamo lavorando per cercare di creare le condizioni per raggiungere tale obbiettivo. Quello che ai tifosi può sembrare inutile vedrete che non sarà".

Avete già abbozzato dei progetti per il 2008-2009, almeno per l’ipotesi più probabile di permanenza in C1 ? "Certo. La prossima stagione sarà importante e per questo stiamo già ragionando per il futuro, rammentando però che teniamo molto anche al presente".

Lei è presente a Novara da diversi anni con la Clinica San Gaudenzio. Cos’è cambiato da quando la Sua famiglia è diventata anche proprietaria del Novara Calcio? Le vicende calcistiche hanno influito nel bene o nel male nella Sua attività primaria ? "No, assolutamente no. Il lavoro andava bene prima e continua andar bene anche adesso".

Dichiarazioni a parte, sente di avere ancora l’entusiasmo contagioso che la contraddistingueva all’inizio di questa avventura ? "Anche piu’ di prima. In aggiunta sto prendendo anche confidenza con tutto il sistema calcio".

Per quando è prevista la fine dei lavori a Novarello ? "Ritengo che entro la fine dell’anno sarà tutto ultimato".

Risultati (si spera) a parte, cosa farete nell’immediato e più a lungo termine per riconquistare i Tifosi ? "Detto tra noi spero di non averli mai persi. Da parte mia farò di tutto per portare sempre piu’ in alto il Novara Calcio, di questo potete starne sicuri".

Alcuni Tifosi hanno manifestato un prezzo eccessivo nell’acquisto del materiale in vendita presso il nuovo Novara Point e la mancanza di agevolazioni riservate agli abbonati, come per esempio condizioni vantaggiose fra Loro ed il Vs. secondo sponsor ufficiale Bluvacanze ? Non ritiene che sia giusto premiare chi ha riposto fiducia nel Novara, come avviene nelle serie maggiori ? "I tifosi hanno perfettamente ragione. Quest’anno la cosa non è stata possibile in quanto il secondo sponsor è arrivato strada facendo e non c’è stato il tempo per programmare. Dal prossimo anno, ovviamente se gli sponsor daranno la propria disponibilità, faremo certamente qualcosa. Per quanto riguarda il costo dei prezzi del materiale in vendita presso il Novara Point, credo che vi riferiate in particolare alle maglie, tute ecc. Il discorso è un po’ diverso, noi abbiamo sottoscritto un contratto con la Nike, sono tutti prodotti eccellenti. Non crediate che il Novara Calcio guadagni molto su tali prodotti".

Come mai, da tempo, segue le gare interne dal tunnel ? "Vivo molto la partita, non riesco a stare seduto in tribuna, camminare mi aiuta a scaricare la tensione".

Un’ultima domanda: se non dovessero giungere i risultati aspettati e ci si dovesse confrontare con situazioni difficili, Lei è pronto a garantire il massimo impegno nel bene del Novara Calcio, a salvaguardia della Società azzurra ? "Di questo sono certo, io garantisco l’impegno di far bene per il Novara Calcio per i prossimi anni. Per finire lasciatemi rivolgere un caloroso saluto a tutti i tifosi azzurri, ricordando per l’ennesima volta che io sono nel Novara per far bene".

Ringraziamo Massimo De Salvo per la disponibilità dimostrata verso di noi e a nome di tutti i tifosi lo incitiamo a proseguire in questa direzione. Alla prossima ... 

redazione forzanovara.it

.

Seguici su Facebook
.

Ore d'Oro

.

.

» Ultime News
Designazioni arbitrali Girone A
• Giovanni Nicoletti di Catanzaro per Al-Nov
Prevendita biglietti Alessandria-Novara
• tutte le info
L'editoriale Azzurro
• di Massimo Barbero
Viali: "un risultato inaccettabile"
• L'analisi del tecnico azzurro
Favarin:"Ci abbiamo creduto fino alla fine; orgoglioso dei miei"
• L'analisi del tecnico rossonero
Novara-Lucchese 2-2
• Il tabellino del match
5 minuti di black-out costano 2 punti
• Azzurri padroni del campo per 85' ma vengono acciuffati dalla Lucchese
Le Formazioni Ufficiali di Novara-Lucchese
• ecco i 22 scelti da Viali e Favarin


Dieci anni di gioie azzurre!
• 15 Giugno 2003: il Novara dopo un match vietato ai deboli di cuore, conquistò la promozione in C1...
Buon Compleanno Cuori Azzurri!
• Due anni fa la storica, stupenda promozione in serie A



NovaraChannel.Tv


 

» Newsletter


Iscriviti
Cancellati
 



 

 Visitatori Online:                                                                                                                                                                                                          Accessi Totali:

www.forzanovara.net - il primo portale dedicato al Novara Calcio e a tutti i suoi tifosi
© ForzaNovara - All Rights Reserved-Copyright © 2015-2020  -  email info@forzanovara.net
Sito ottimizzato per I.E.-Firefox-Opera-Netscape con risoluzione video 1024x768 pixel